Nomi a dominio e "diritto di prelazione"

Wincom ariosto a WINCOM.IT
Dom 29 Ott 2000 09:46:28 CET


At 22.10 28/10/00 +0200, Griffini Giorgio wrote:
>Commento ad alcuni messaggi in lista sulla "prelazione":
>
>Qualunque formulazione che attribuisca ad un soggetto un preciso diritto di
>precedenza rispetto ad altri potenziali registranti in merito alla
>registrazione
>di un nome a dominio si configurebbe come "prenotazione" (nei casi citati
>nei recenti messaggi in lista uno si metterebbe praticamente in una sorta di
>lista d'attesa per poter registrare il nome quando si libera)
>Secondo le regole attualmente in uso (3.3.1) un nome a dominio non e'
>prenotabile (art. 8 ) e pertanto cio' non e' consentito.


Io non ho parlato di prenotazione di un nome libero, ma di priorità nel
caso di rinuncia del registrante, e non mi pare che cị rientri nel divieto
di cui all'art. 8.
Comunque, se qualcuno contestasse con un pretesto qualsiasi una
registrazione con una raccomandata alla RA, senza attivare in seguito una
procedura che lo vedrebbe sconfitto, avrebbe per 2 anni dalla contestazione
(rinnovabili ex art. 14.3 !?) il diritto di priorità per 30 giorni dopo la
eventuale rinuncia al dominio (ex artt. 14.4 comma 5, 14.5 comma b e 14.6).

Cordiali saluti.
Gian Carlo Ariosto



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe