nomi a dominiio e marchi

Massimo Grillo grillo a HORUS.IT
Mar 31 Ott 2000 16:17:53 CET


mi scuso nuovamente se insisto:
un punto di vista è per sua natura soggettivo, ma il problema oggettivo
persiste, la procedura di assegnazione del dominio essendo quest'ultimo NON
REGISTRATO non può negare l'attribuzione alle successive richieste pervenute
in modo regolare; se il problema è l'invio, il controllo e l'inserimento
manuale nel DB della LAR, risolveremo in parte (riducendo i tempi di tali
operazioni) il problema, ma l'inconveniente persisterà, per oscurarlo
definitivamente è necessario intervenire nelle procedure.
Questo è quello che voglio evidenziare, mi sembra che gli argomenti discussi
siano inerenti agli intenti di questa lista, valutare le eventuali modifiche
o migliorie proposte per i criteri di assegnazione dei DN, nessuno vuole
amplificare o creare nuove situazioni ingombranti, anzi tutt'altro, tutto
ciò che serve a dare maggiore chiarezza  e ottimizzare è ben accetto.
saluti

Massimo Grillo


 ----- Original Message -----
From: "Daniele Vannozzi" <Daniele.Vannozzi a IAT.CNR.IT>
To: "Massimo Grillo" <grillo a HORUS.IT>; <ita-pe a na.nic.it>
Sent: Tuesday, October 31, 2000 2:41 PM
Subject: Re: nomi a dominiio e marchi


>
> Personalmente preferisco non avere "pseudo code di attesa" su domini
> in corso di registrazione. Se al momento dell'arrivo della lettera di
> AR presso la RA c'e' gia' una richiesta attiva (lettera di AR corretta
> arrivata precedentemente) non vedo perche' verrebbe meno il principio
> del primo arrivato se tale richiesta viene respinta.
> Al momento della valutazione non si puo' sapere se poi la lettera di AR
> verra' annullata dal cliente/richiedente o se il maintainer non inviera'
> mai un modulo tecnico e quindi la richiesta scadra' dopo 10 gg. Questi
> eventi sono imprevedibili e successivi al momento della valutazione
> della richiesta (arrivo della lettera di AR).
> Il mio punto di vista non e' un "ignorare" il problema ma e' solo
> una conseguenza di una scelta di principio. Anche con la
> "trasformazione" della lettera di AR in "digitale/certificata" il
> principio rimarrebbe lo stesso.
> Tra l'altro con questa procedura tutti i passi e gli eventi legati
> ad una registrazione di un dominio sono a disposizione/visibili da
> tutti.
> Spero di aver spiegato meglio il mio punto di vista sull'argomento.
> Saluti,
>
>                 Daniele Vannozzi
>
>
> >



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe