Il decisione modenese

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Lun 11 Set 2000 13:59:33 CEST


Andrea Monti:


> ho letto la decisione del collegio di Modena sulla questione Bancoposta.
> Per quanto riguarda NA\RA mi sembre significativo che - a parte l'uscita
> non particolarmente innovativa, anzi ovvia - sul fatto che le regole di
> naming non possono "comprimere" i diritti dei terzi, il giudice si sia
> concentrato sul concetto di "utilizzo" del servizio associato al dominio.
> In altri termini, il ragionamento pare essere il seguente:
> 1-  il dominio non e' automaticamente regolamentato dalla legge marchi
> 2 - bisogna vedere in concreto come viene utlizzato

E fino a qua direi non ci siano grosse differenze con i termini
che abbiamo usato nella MAP, giusto?

> 3 - nel caso particolare, pur essendo (alcuni) termini generici, la
> Disocvogue li avrebbe  utilizzati facendo specifico riferimento ai servizi
> delle Poste Italiane  e quindi "pestando i calli" a questa azienda
> 4 - quindi Discovogue sarebbe in malafede.

E anche qua non vedo nulla di male.


> Il collegio riprende inoltre la tesi che fu del Tribunale di Roma (SEGE vs
> STARNET 1997) secondo la quale le domande rivolte alla NA\RA non
> hanno oggetto cautelare.

Potresti spiegare per noi ignoranti di terminologia forense
cosa significa "Le domande rivolte alla NA/RA non hanno oggetto
cautelare"?

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe