Re: Questione di opportunitą: chiusa.

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Sab 30 Set 2000 01:06:59 CEST


Rispondo a Enzo:

> Se quindi qualcuno ritiene che la cessazione del mio studio
> dalla funzione di ente conduttore aumenti la credibilita' della NA e vi
> sia una incompatibilita' fra la carica di membro del CE ed ente
> conduttore, sono ben contento di abbandonare quest'ultima funzione e
> continuare a dare il mio contributo alla NA.
>

Le mie perplessita' erano principalmente rivolte al fatto che un membro del
CE (che e' stato eletto dai membri NA) potesse essere potenzialmente
anche un rappresentante 'attivo' degli interessi degli enti conduttori che
potrebbero essere del tutto esterni. (qui aggiungo un 'sarebbe opportuno che')
Questo non vuol dire che che non riconosca l'esigenza degli 'enti conduttori'
di avere una voce in capitolo ma ritengo che tale voce debba essere
istituzionalizzata al pari di quella ad esempio della RA.
Daniele Vannozzi non e' stato eletto dai membri NA ma ricopre la carica di
rappresentante 'ufficiale' della RA nel CE e quando ci saranno (futuro non
troppo vicino ritengo) RA multiple non e' detto che ci sia ancora lui ma piu'
propriamente una persona (o piu') delegate espressamente dalle varie RA a
ricoprire il ruolo.
Detto questo, le soluzioni possibili per uscire da questa specifica impasse
potevano spaziare dalle eventuali tue dimissioni dal CE fino alla revoca
dell'abilitazione all'ente risolutore di cui sei il titolare.
Io ho proposto una soluzione 'temporanea' di compromesso che tendeva ad
essere il meno 'drastica' possibile ovvero che tu ti astenessi, in sede CE,
dal partecipare con il voto 'attivo' ad argomenti che riguardassero gli enti
risolutori in attesa che tale argomento venisse affrontato e risolto in maniera
piu' organica (e con gli eventuali strumenti statutari).
Hai scelto di chiudere l'ente risolutore, e per certi versi mi dispiace perche'
ritengo che le soluzioni 'estreme' non siano le soluzioni migliori perche' - in
caso di posizioni molto distanti tra loro, come potevano essere le mie e le
tue opinioni - tali soluzioni estreme tendono a scontentare una sola delle
parti, in questo caso te.
Al tuo posto avrei forse atteso (applicando l'opzione della astensione)
almeno fino alla assemblea del 25 per due motivi:
- verificare se il problema si riproponeneva in termini piu' a lungo termine (nel
caso di una tua rielezione al CE)
- verificare se l'assemblea era intenzionata a creare un ruolo specifico di
rappresentanza per gli enti risolutori ed eventualmente assumere tale
posizione con il consenso/agreement degli altri enti.
Mi spiace che tu invece abbia voluto intraprendere una delle soluzioni
'drastiche'  ma rispetto le tue opinioni.

> Il tutto, ovviamente, fatte salve per motivi di serietą le MAP gią
> iniziate e i ricorsi che pervengano nel frattempo allo Studio, per le
> quali sarą conservata in linea la pagina relativa alle decisioni.
>

Sono d'accordo e visto che si presenta l'occasione suggerirei di pensare ad
esplicitare meglio nelle regole come si affrontano casi di 'chiusura/revoca' di
un ente risolutore proprio in funzione dei procedimenti eventualmente in
corso.

>         Nell'auspicio che la mia decisione sia di giovamento a tutti, vi saluto
> e vi auguro buon lavoro.
>
Ritengo di si', anche se ritengo sia stata forse piu' drastica di quanto
ritenessi fosse necessario.

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe