i suoi articoli dietrologi e deliranti

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 2 Apr 2001 17:48:52 CEST


On 2 Apr 2001, at 16:21, Roberto Fantini Perullo - ANS wrote:
> E' stato gia' detto in lista, ma a onor di memoria lo ribadisco:
> Secondo me Claudio Allocchio fa benissimo a "proteggere" i nomi dei politici
> contattati, in quanto, da quello che ho capito, la maggior parte di loro
> hanno partecipato alla "firma" del DDL Passigli. Quindi i suddetti politici
> contattati hanno praticamente fatto da "franchi tiratori" al DDL in
> questione, facendolo affondare nelle maglie dello scioglimento delle Camere.
> Qual e' il problema? E' che, se fossero resi noti i nomi, e se
> "fortuitamente" trapelassero questi nomi dall'assemblea NA a (ma va'?)
> Passigli (la Storia e' piena zeppa di "Mata Hari" e simili, e ne abbiamo un
> esempio lampante e fresco fresco con The Observer di Punto Informatico), il
> senatore medesimo saprebbe di chi "fidarsi" e di chi no, considerando anche
> che, come Allocchio ha detto, l'appoggio al DDL e' "tarsversale" agli
> schieramenti politici (e, di conseguenza, anche i "nostri contatti", devo
> desumere...).

Mentre ribadisco cio' che scrivo da mesi e cioe' che concordo con
il fatto di non fare i nomi ma contesto ad Allocchio di non aver
nessun nome da fare perche' come per la Task Force per la
modifica dello statuto anche con i politici non e' stato fatto nulla,
assolutamente nulla.
Inoltre il Senatore Passigli non e' contro la NA ma vuole
semplicemente regolamentare il settore. Se invece di lavorare con
"presunti" (seguendo la tua ipotesi) frachi tiratori ci fosse stata la
capacita' di lavorare con l'On. Passigli e anche con l'On Letta in
uno spirito costruttivo che c'e' per forza da parte del Governo
specie se di centro sinistra, oggi avremmo una legge migliore di
quella che verra' in futuro approvata magari da un Governo di centro
destra con i cui deputati non mi risulta la NA abbia rapporti idilliaci
con la sola eccezione del Senatore Lauro di Forza Italia.
Questo io contestavo ad Allocchio e lui, da persona per bene quale
e' ha ammesso in assemblea di essere un tecnico (il migliore
aggiungo io) ma un pessimo politico (non e' detto che sia un difetto
a patto che non si voglia fare il Presidente di un'Associazione che
deve avere rapporti con i politici).
Quello che poi volesse dire il giornalista di punto informatico e'
affare del giornalista ma io invece ho sempre e solo sollevato
questo aspetto.
Visto che si "finge" di non capire ad arte e si sposta il discorso per
evitarlo, ho ritenuto di fare questa precisazione. (non ce l'ho con te
Roberto ci mancherebbe,  ho solo preso spunto dal tuo post)
Io se avessi avuto la delega ai rapporti con i politici avrei
relazionato settimanalmente al CE e mensilmente all'assemblea
magari certo omettendo i nomi ma certo si poteva dire che stiamo
avendo incontri chiarificatori con il Governo, con l'opposizione, con
la confindustria, con la Santa Sede con Radio Radicale ecc. senza
svelare nessun segreto ma dimostrando che si stava facendo
qualcosa che invece ribadisco non e' stato fatto.
Se non capite ancora Elio Tondo e' pronto a chiarire ogni dubbio
sull'interpretazione delle mie parole. :-)
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe