R: Prima proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della Naming Auhtority Italiana

Bruno Piarulli piarulli a REGISTER.IT
Lun 2 Apr 2001 19:08:32 CEST


> -----Messaggio originale-----
> Da: Maurizio Codogno
> Oggetto: Re: Prima proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della
> Naming Auhtority Italiana

    [...]

> Naturalmente, se si scopre che il tipo aveva diritto al nome, questo
> puo` citare la RA per danni, giusto?
>
> (non sto facendo l'ironico. Non ho concetti specifici a favore o contro
> il diritto di discrezionalita` della RA, fintantoche` non c'e` la
> possibilita` di variare l'ordine delle registrazioni e si puo` vedere se
> ha abusato dei suoi poteri. Pero` mi sembra corretto che sia anche
> esplicitato il fatto che se sbagliano, pagheranno...)

Il principio e' assolutamente corretto, pero' credo che la situazione non
sarebbe molto diversa da quella attuale. In pratica, se la proposta verra'
accettata, l'assegnatario potrebbe solo lamentare "ritardi" nell'attivazione
del dominio, mica lo perderebbe se ne ha diritto. E i ritardi possono
comunque succedere anche oggi, basta dire all'infinito che il fax non e'
leggibile :-).

E il fatto che la RA possa fare errori nel valutare se tizio ha diritto
oppure no, puo' succedere gia' oggi, anche a distanza di un mese dalla
registrazione (vedi artt. 13.2 e 13.3), quindi per la RA, mi sembra, il
rischio non cambia.

Bruno Piarulli
------------------------------
Register.it SpA
tel +39 035 4243905
fax +39 035 4243898
http://we.register.it
mailto:we a register.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe