Prima proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della Naming Auhtority Italiana

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 2 Apr 2001 19:34:54 CEST


On 2 Apr 2001, at 18:58, Ettore Panella wrote:
>Propongo quindi che alla RA venga concesso che, a seguito della sua
> >insindacabile decisione di richiedere i documenti che comprovano il diritto
> >all'assegnazione,
>
> Scusa, mi sono perso un passaggio, quali sono i documenti che comprovano il
> diritto all'assegnazione? Che il richiedente e' cittadino europeo o
> possiede una partita iva? Mi sembra che allo stato non vi siano altri
> motivi per l'assegnazione o la ricusazione di un dominio.

Beh io la vedo cosi', se io voglio registrare ettorepannella.it (da
tecnico e' minuscolo ma non vuole essere un'offesa:-) e mi chiamo
Ciccillo Cacace la RA potrebbe chiedere la dimostrazione che la
mia autocertificazione dove dico di avere diritto al nome a dominio
e non ledere il diritto di terzi registrando questo nome a dominio e'
valida (e palesemente non lo e' in quanto in contrasto con l'art. 6
del Cod. Civile Italiano) .
Per esempio frontera.it e' usato da una ditta che fa le conserve
alimentari, magari ne hanno il pieno diritto di usarlo perche' forse e'
il nome di un loro prodotto, ma se il nostro Gibbi' si candidasse alla
Presidenza del Consiglio dei Ministri potrebbe essere danneggiato
dal fatto che sul sito con il suo nome c'e' la pummarola (con tutta
l'ironia sui giornali ecc.) quindi la RA potrebbe, se la nuova
richiesta arrivasse dopo l'introduzione della nuova norma, fare una
ulteriore domanda alla ditta chiedendo la prova del diritto ad usare il
nome a dominio (naturalmente se e' gia' registrato altro non resta
che la MAP, il Tribunale o rinunciare alla Presidenza del Consiglio).
E' certo un provvedimento illiberale ma che non dovrebbe nuocere
troppo alle persone oneste ma renderebbe impossibile il lavoro agli
accaparratori che in fondo sono quelli che il Governo voleva colpire.
Insomma non chiude fuori i padroni di casa ma tiene lontani i ladri
(anche se io come il noto Gino Paoli penso che se non avessi
avuto fortuna nel lavoro sarei a rubare anch'io, ma questo e' un'altro
discorso O.T. qui).
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe