R: Prima proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della Naming Auhtority Italiana

Bressan, Franco franco.bressan a NLINE.IT
Lun 2 Apr 2001 19:34:51 CEST


At 18.55 02/04/01 +0200, you wrote:
Secondo me cio' comporta un allungamento dei tempi di registrazione
che non sono accettabili
Dobbiamo lavorare non complicarci le procedure
L'Italia va verso l'autocerficazione ....
f.b.

>13.2 Verifiche della Documentazione
>La RA puo', a sua discrezione, chiedere che le siano forniti i documenti
>comprovanti quanto dichiarato nella lettera AR.
>I suddetti documenti devono essere fatti pervenire alla RA entro 30 giorni
>dalla richiesta.
>
>13.3 Mancata presentazione di documentazione.
>Nei casi in cui:
>la documentazione non pervenga alla RA entro il suddetto termine; oppure
>il richiedente si rifiuti di inviarla; oppure
>emerga la non rispondenza al vero delle dichiarazioni effettuate dal
>richiedente;
>e' facolta' della RA revocare l'assegnazione del nome a dominio.
>
>Come vedi la possibilita' di controllo della RA non si riferisce alle MAP o
>alle contestazioni in corso, ma solo in merito alle registrazioni (ok, ok,
>cioe' il controllo delle LAR, ecc.)
>
>Se vuoi, una possibile formulazione (ma lascio il compito finale al CE :-)
>potrebbe essere:
>13.2 Verifiche della Documentazione
>La RA puo', a sua discrezione, chiedere che le siano forniti i documenti
>comprovanti quanto dichiarato nella lettera AR. In tal caso, la RA stessa
>puo', sempre a sua discrezione, porre il dominio nello stato di SUSPENDED
>dandone comunicazione all'assegnatario ed al Maintainer del dominio.
>I suddetti documenti devono essere fatti pervenire alla RA entro 30 giorni
>dalla richiesta.
>
>
>O qualcosa di simile ... :-)
>
>Bruno Piarulli
>------------------------------
>Register.it SpA
>tel +39 035 4243905
>fax +39 035 4243898
>http://we.register.it
>mailto:we a register.it
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe