R: Prima proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della Naming Auhtority Italiana

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mar 3 Apr 2001 09:04:28 CEST


On Mon, 02 Apr 2001 19:08:32 +0200
Bruno Piarulli <piarulli a register.it> wrote:


> Il principio e' assolutamente corretto, pero' credo che la situazione non
> sarebbe molto diversa da quella attuale. In pratica, se la proposta verra'
> accettata, l'assegnatario potrebbe solo lamentare "ritardi" nell'attivazione
> del dominio,

quindi danni civili. Se io (che mi sono appena candidato per la lista
"Dittatura e civilta`" :-) ) chiedo un nome a dominio per fare tutta
la mia campagna online, e il dominio mi viene bloccato per trenta giorni,
mica sono piu` eletto, nonostante la mia ampia base elettorale...

Ripeto che la proposta mi sta bene, ma vorrei che questo punto fosse
ben chiaro, e che la RA si pronunciasse in proposito.

> mica lo perderebbe se ne ha diritto. E i ritardi possono
> comunque succedere anche oggi, basta dire all'infinito che il fax non e'
> leggibile :-).

Posta prioritaria :-)

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe