R: riassegnazione, MAP etc

Bressan, Franco franco.bressan a NLINE.IT
Mar 3 Apr 2001 09:20:36 CEST


At 08.31 03/04/01 +0200, you wrote:
Potrebbe essere sufficiente vietare la rivendita dei nomi a dominio,
pero' se il dominio viene ceduto per qualche centinaio di mille lire
non mi sembrano importi tanto elevati da fare scandalo
e secondo me possono essere accettati come rimborso del tempo
investito su quel dominio da chi lo ha registrato.
Quindi si potrebbero fissare le regole per il passaggio del
nome a dominio mediante un modulo dove viene riportato
il costo di cessione del dominio.
Si mettera' in evidenza che un dominio non puo' essere venduto
ma puo' essere ceduto riportando chiaramente il costo
dell'operazione.
Se ci sono contestazioni sara' poi la giustizia eventualmente
a stabilire se il prezzo di cessione del dominio e' realmente
quello riportato nell'atto di passaggio.
In sintesi un modulo standard per la cessione del dominio
riportante il costo dell'operazione e una regola ferma sul fatto
che il dominio non puo' essere rivenduto
f.b.

>Uno qualunque dei passigli, o la ditta passigli o il signor rossi se il
>sardo/croato (un nuovo dialetto ?) passigli vuol dire qualche cosa. o il sig.
>Nosenzo, che l'ha comprato per motivi "umanitari" o per provocazione, ma non
>per scopo di lucro (suppongo, visto che l'ha pagato piu' di 50 euro e lo
>rivende per 1). non certamente chi passigli.it l'ha preso con l'unico e
>dichiarato scopo di rivenderlo. e' QUESTA la cosa da scoraggiare - cioe' va
>trovato il modo per far si' che sia non conveniente acquistare dominii per
poi
>rivenderli. e, insisto fino alla consunzione della tastiera, non sono le
>MAP a scoraggiare nessuno, se non chi le dovrebbe fare !!!!
>
>fino a che c'era bufera (il ddl era in corsa per l'appovazione), sono stato
>zitto e buono, anche perche' ero (e sono) uno degli ultimi arrivi. ma ora la
>bufera e' passata, e prima della prossima, bisogna trovare un sistema
>efficace, da mostrare poi a chi altrimenti "ci pensera' lui".
>
>insisto sul fatto che la "deterrenza" va effettuata sul piano economico: chi
>registra un nome e sa di farlo in "mala fede", deve sapere che non ci
>ricavera' dei soldi, anzi ci rimettera'.
>
>E' inutile fare una normativa ancora piu' incasinata - vedi proposta
Piarulli.
>
>PS. c'e' qualcuno che sa dirmi quante MAP sono state fatte ?
>
>Paolo Furieri - Amministratore di sistema Netcom
>
>On Mon, 2 Apr 2001, Wincom wrote:
>
>> Date: Mon, 02 Apr 2001 19:05:53 +0200
>> From: Wincom <ariosto a wincom.it>
>> To: ita-pe a NIC.IT
>> Subject: Re: R: riassegnazione, MAP etc
>>
>> At 16.38 02/04/01 +0200, Paolo Furieri wrote:
>> >no, tant'e' che neppure il famigerato ddl ne prevedeva la non
registrabilita'.
>> >
>> >ma passigli ha diritto al nome passigli. tanto per restare in nomi noti.
>>
>> Da una verifica sul sito paginebianche.it, risultano abbonati al telefono
>> ben 54 Passigli.
>> Chi di loro (per non parlare di quelli non titolari di abbonamento
>> telefonico) ha diritto a passigli.it?
>>
>>
>> Cordiali saluti.
>> Gian Carlo Ariosto
>>
>>   /*\  .. . . . . . . . . . . . .
>>   \ / . ASCII Ribbon Campaign .
>>    X .- NO HTML/RTF in e-mail .
>>   / \ .- NO Word docs in e-mail.
>> /   \ .. . . . . . . . . . . . .
>>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe