Seconda proposta formale ai sensi Art. 16 dello Statuto della Naming Auhtority Italiana

Vittorio Bertola vb a VITAMINIC.NET
Mar 3 Apr 2001 12:32:01 CEST


On Mon, 02 Apr 2001 19:18:15 +0100, you wrote:

>in tema di "senilita'", qui la mia opinione personale e' la stessa di
>Maurizio: "it" e' un ccTLD e non la terza persona neutra della lingua
>inglese.

Beh, forse qualcuno ricordera' che anni fa, in tempi non sospetti (cioe'
prima ancora di chiedere l'iscrizione alla NA), scrissi al CE di allora per
lamentare il fatto che quantita' industriali di domini .to.it sono assegnati
ad aziende estere, e che una piccola azienda o un individuo di Torino (o di
Asti o di Treviso) hanno probabilita' minori di riuscire a trovare un
dominio decente libero nel loro "sub-ccTLD".

Quindi secondo me questo e' un problema serissimo. Posso anche accettare che
(sotto)domini geografici che "suonano bene" vengano usati a mo' di gTLD, ma
la mia opinione e' che dovrebbe almeno esserci qualche forma di prelazione,
per cui se l'associazione "Come" di Grugliasco (TO) scopre che come.to.it e'
gia' assegnato alla "Come Ltd." di Londra puo' comunque avviare una MAP e
riprenderselo.

In alternativa, una soluzione all'americana: basta che la RA devolva una
quota delle registrazioni dei to.it alla Provincia di Torino :-PPP
--
.oOo.oOo.oOo.oOo vb.
Vittorio Bertola     <vb a vitaminic.net>    Ph. +39 011 23381220
Vitaminic [The Music Evolution] - Vice President for Technology



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe