hysteron proteron

Roberto Fantini Perullo - ANSA Milano roberto.fantini a ANSA.IT
Ven 6 Apr 2001 17:09:47 CEST


dato che la confusione l'ho generata io con il messaggio originale, vorrei
avere un "feedback" dalla lista:
la NA ha al suo interno il Comitato di Arbitrazione, attivabile a richiesta
se, in sede di assegnazione dominio, il richiedente sottoscrive una clausola
cosiddetta "arbitrale";
le regole di naming attuali prevedono una procedura di riassegnazione (PDR
oppure MAP) la quale e' attivabile presentando domanda di avvio della
procedura ad un Ente Conduttore autorizzato dalla NA, il quale nomina in
saggio che esamina il caso e, in base al regolamento vigente, respinge o
riassegna il dominio contestato (notare che non ho detto revoca... e do'
ragione a chi mi ha contestato il significato di revoca che proditoriamente
avevo dato in lista, forse troppo restrittivo).

A questo punto devo capire alcune cose:

- Se nessuno sottoscrive la clausola arbitrale (sarebbe una bella cosa se la
RA, credo, faccia sapere in che percentuale i richiedenti dominio
sottoscrivano la clausola arbitrale) che puo' altro fare il Comitato di
Arbitrazione in seno alla NA?
- Quali elementi ha il saggio, che deve condurre la MAP, oltre alle regole
di naming e le procedure accessorie, per poter valutare correttamente e
velocemente una decisione?
- Come si puo' fare per rendere vantaggiosa la MAP nei confronti del
giudizio ordinario?
- Come si puo' fare per creare una sorta di "blacklist" di nomi a dominio
revocati e non piu' registrabili, su richiesta degli interessati? (esempio:
la Motta contesta l'assegnazione del nome a dominio
"mottapanettoneavvelenato.it" e, nella MAP, specifica che ne chiede la
revoca senza possibilita' di riassegnazioni, per non accollarsi il pagamento
di una registrazione di un dominio che non vuole registrare: vale anche per
le persone fisiche, se qualcuno mi registra un dominio
"fantiniperullo-laziale.it", io lo meno..!!!).
- E qui lo chiedo a Giorgio, che sicuramente lo sa: come si puo' migliorare
lo strumento delle MAP? (elencami una serie di correttivi che tu vedresti
bene).

Ho chiesto troppo? Puo' anche darsi che le risposte che avro' potrebbero
essere utili per riformare regole e procedura MAP.

Ciao.

RFP - ANSA

----- Original Message -----
From: "Bressan, Franco" <franco.bressan a nline.it>
To: "Wincom" <ariosto a wincom.it>
Cc: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Friday, April 06, 2001 11:57 AM
Subject: Re: hysteron proteron


At 11.39 06/04/01 +0200, you wrote:
Mi sembra il tutto una gran confusione ....
Volete fare una giustizia parallela alla giustizia ordinaria
tra saggi, comitati ?
per me va piu' che bene come e' ora
f.b.

>At 17.12 05/04/01 +0200, Roberto Fantini Perullo - ANSA Milano wrote:
>>Infatti una non esclude l'altra, chi vuole puo' ricorrere alla procedura
di
>>arbitrazione interna della NA (che uno sottoscrive preventivamente
all'atto
>>della compilazione della LAR) oppure, qualora non si e' sottoscritta la
>>clausola arbitrale interna, ricorrere alle MAP. Diciamo che il Comitato di
>>arbitrazione dovrebbe diventare una specie di Ente Conduttore, comitato di
>>saggi per le MAP costituito all'interno della NA, per rivolgersi al quale
>>non dovrebbe essere piu' necessario aver sottoscritto la clausola
arbitrale
>>in LAR.
>
>La clausola arbitrale mira ad escludere il ricorso al giudice ordinario,
>sostituendolo con il comitato di arbitrazione. Nulla vieta di ricorrere
>alla MAP anche in presenza di sottoscrizione della clausola arbitrale: in
>un caso del genere, il Comitato di arbitrazione potrebbe eventualmente
>fungere da giudice d'appello, perch "La decisione del collegio arbitrale 
>inappellabile" (art. 15.6 delle regole di naming). Mi sembra quindi assai
>poco opportuno che il Comitato di arbitrazione venga confuso con gli Enti
>conduttori.
>
>
>Cordiali saluti.
>Gian Carlo Ariosto
>
>  /*\  .. . . . . . . . . . . . .
>  \ / . ASCII Ribbon Campaign .
>   X .- NO HTML/RTF in e-mail .
>  / \ .- NO Word docs in e-mail.
>/   \ .. . . . . . . . . . . . .
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe