Re: MAP e cancellazione - ambiguitą e logica

Roberto Fantini Perullo - ANSA Milano roberto.fantini a ANSA.IT
Ven 6 Apr 2001 18:03:10 CEST


E' proprio questo che bisogna evitare.
Il meccanismo della revoca del dominio dovrebbe funzionare cosi':
1) il dominio revocato puo' essere registrato soltanto da chi ne ha chiesto
la revoca e da nessun altro (certo si configura una "prenotazione", che
contrasta con l'articolo 8 delle regole di naming, basterebbe apportare una
modifica a questo articolo soltanto in caso di revoca del dominio);
2) il dominio revocato non e' piu' registrabile da nessuno, su richiesta
esplicita di chi ha chiesto la revoca (e qui si configura la costruzione di
una specie di "blacklist" di domini non piu' registrabili, vedi domini
offensivi e lesivi di societa' o persone, es.: "fantiniperullo-laziale.it"
:-)).

Ho lanciato la palla, chi la raccoglie?

Roberto.
RFP -ANSA.

----- Original Message -----
From: "Alessandro Nosenzo" <nosenzo a idea.it>
To: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Friday, April 06, 2001 1:12 PM
Subject: Re: MAP e cancellazione - ambiguitą e logica


On 6 Apr 2001, at 11:15, Wincom wrote:
> At 16.20 05/04/01 +0200, Roberto Fantini Perullo - ANSA Milano wrote:
> >Se io REVOCO un nome a dominio, di fatto lo rendo "riservato" e non piu'
> >registrabile da nessuno.
>
> Assolutamente NO! Un nome a dominio non pił registrato, per rinuncia o
> revoca, deve tornare libero.

Gian Carlo ha ragione ed infatti e' proprio questa la perplessita' di
alcuni, fra cui il sottoscritto: se cancello e chi ha subito la
cancellazione registra di nuovo? La risposta si chiama loop credo
ma non ha valore legale :-)
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe