Commenti a proposta Antispam

Ettore Panella box a STARNET.IT
Lun 9 Apr 2001 14:47:45 CEST


>Stai ripetendo le solite assurdita` sostenute dagli spammer e` gia`
>ampiamente confutate, comunque:

io non sono uno spammer ed invito/obbligo i miei clienti che volessero
farlo ad utilizzare un altro provider (inutile dire quali) (in pratica
mando dalla concorrenza a mio rischio e pericolo) pero' se le mie idee
coincidono con alcune loro spero non sia reato

>
> >Relativamente allo spam io penso che asserragliarsi su posizioni sorpassate
> >e' controproducente. Personalmente io ricevo moltissime mail pubblicitarie
>Non trovo nulla di sorpassato nel pretendere di non pagare per ricevere
>pubblicita` non richesta.

Questo era vero un tempo, con le attuali velocita'e ancor piu' con quelle
future (adsl, fibra ottica) e con le caselle non piu' limitate ad 1 Mb
delle mail con poco testo praticamente costano infinitamente meno di quanto
occorre per combattere il fenomeno.


>
> >e generalmente non mi cancello da nessuna lista perche' tra le miriadi di
> >mail inutili ne ho ricevute alcune che mi hanno aperto la mente o offerto
> >un prodotto che in quel momento  ha risolto un mio problema. certo il
>A parte il fatto che la maggior parte dello spam riguarda truffe o
>crimini vari, questi sono esclusivamente affari tuoi. Dal fatto che
>/a te/ faccia piacere ricevere spazzatura non puoi derivare una regola

a parte che non e' vero che si tratti sempre di truffe, la pubblicita' via
mail  secondo delle stime fatte ha un ritorno di circa il 5% contro un
ritorno al piu' del 2% degli altri mezzi, per cui questo vuol dire che
molte aziende trovano vantaggio dal sistema.

>generale secondo cui tutti debbono essere felici nel ricevere spam.
>Comunque se vuoi posso forwardarti tutto quello che ricevo nelle mie
>mailbox o che cancello da Usenet, non hai che da chiederlo.

il ricevere molte mail inutili non e' per me un piacere ma un prezzo che
sono cosciente di pagare per ricevere quelle poche utili. Io sarei molto
piu' contento se funzionassero bene delle societa' di marketing in modo da
ricevere solo informazioni di mio interesse e non come fa fitbit che non mi
permette di cancellarmi (E QUESTO SI LO CONSIDERO DA PUNIRE) nonostante gli
abbia scritto che mi voglio tenere la pancetta.


> >Altresi' bisogna considerare che una vera democrazia e' fatta di
> >comunicazione, per cui ritengo giusto utilizzare questo mezzo
> >per informare su cose inerenti la res publica o informare ad esempio circa
>Assurdo. Il "diritto a parlare" non puo` essere confuso con "l'obbligo
>ad ascoltare".

se l'oggetto e' chiaro puoi non leggere le mail, come purtroppo sono
costretto a fare io sulle varie mailing list a cui sono iscritto. Mi
piacerebbe leggere tutto ma per mancanza di tempo devo scegliere gli
argomenti.

>
> >le passigliate. Uno strumento cosi' importante come l'e-mail non puo' non
> >essere messo al servizio della democrazia, inoltre essendo molto economico
> >permette anche al pinco pallino povero in canna di portare avanti le
> >proprie idee senza dover necessariamente disporre di capitali ingenti o di
> >essere spalleggiato da un partito.
>Questo e` vero, infatti il costo dello spam viene fondamentalmente
>pagato da chi lo riceve.

Pensa che il primo ad informarmi della legge sull'editoria e sulla
necessita' di intervenire e' stato uno sconosciuto con una garbata mail.
Amici la democrazia ha un costo, ma soprattutto se quello sconosciuto che
voleva farmi prendere coscienza di un grave provvedimento lesivo delle mie
liberta' di utente internet non avesse potuto usare la posta ma avesse
dovuto usare uno spazio televisivo (i cui costi sono noti) io avrei potuto
non essere informato e quindi non esercitare i miei diritti di cittadino.
Ovviamente l'oscuro figuro (non per me ci tengo a precisare) ha rischiato,
io avrei potuto essere un fautore della legge in questione, allo stesso
modo se mi inviano una petizione per i procioni anemici del Madagascar non
sono interessato pero' a qualcuno interessato arrivera' e la democrazia
potra' vivere.

> >ad esempio
> >l'oggetto deve contenere delle stringhe standard (preferibilmente relative
> >agli argomenti trattati) per permettere ai filtri di scartare le mail
> >indesiderate.
>E` inutile, perche` a questo punto lo spam lo avrei gia` ricevuto e
>pagato.

Vedi che per esempio gia' con le web mail puoi discriminare la posta e
addirittura se il tuo provider utilizza le estensioni IMAP puoi fare cose
incredibili.


>
> >In ogni caso tenete presente che la grande industria vuole lo spam per cui
>Davvero? Saro` franco: non me ne importa proprio niente.
>Ammesso e non concesso che sia vero, buona parte delle "grandi industrie"
>che citi vuole anche la liberta` di inquinare impunemente,

L'esempio capita a fagiolo. Quando in gioventu' facevo parte dei gruppi
ecologisti piu' agguerriti chiedendo la fine dell'inquinamento non
ottenemmo nulla, le cose sono cambiate da quando con estrema intelligenza
gli ecologisti dicono che i paesi e quindi le industrie possono inquinare
solo per un tot e per quel tot devono pagare. In questo modo molte aziende
multinazionali stanno acquistando foreste ai tropici per bilanciare le loro
emissioni con l'ossigeno prodotto dalle foreste (salvando cosi' un abitat
prossimo alla distruzione), gli investimenti nella ricerca sono aumentati e
le industrie che non inquinano hanno un vantaggio competitivo. Quando noi
dicevamo che non bisognava inquinare ci dicevano che non era possibile e
volevamo tornare ai tempi della pietra ora se anche gli USA aderiscono al
protocollo di Kyoto forse si potra' salvare il pianeta. E comunque la
morale e' sempre quella o facciamo delle regole di buon senso o il nostro
castello di sabbia cade.

di sfruttare
>i dipendenti, di addossare allo Stato le proprie spese e un mucchio di
>altre "liberta`". Non per questo e` un buon motivo concedergliele.
>
> >At 15.32 07/04/01 +0200, Griffini Giorgio wrote:
> >>> On Apr 07, Griffini Giorgio <grunz a tin.it> wrote:
>(Grazie per avere riportato integralmente questi tre messaggi, mi ha
>fatto piacere rileggerli...)

io quando leggo salto le righe con le > , qualora avessi invece perso il
filo del discorso una buona rilettura mi aiuta.

>
>--
>ciao,
>Marco
>
>
-------------------------------------------------------------------
Dott. Ettore Panella
Starnetwork srl
via D. Guadalupo 14
84126 Salerno
http://www.starnet.it

--------------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe