Chiti: nessuno chiuda. Ecco chi regolamenta la legge n. 62

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mar 10 Apr 2001 10:36:26 CEST


On 9 Apr 2001, at 18:25, Control C wrote:
> Giuseppe Attardi wrote:
>
> > Primo: Ŕ meglio che i nostri politici evitino
> > di mettere mano in una materia di cui dimostrano
> > estrema incompetenza (vedi decreto Passigli, ecc.)

Non mi sembra che il Senatore Passigli o il Ministro Letta abbiano
dimostrato incompetenza, sarebbe forse il caso di fare degli
esempi piu' precisi. Certo la mia osservazione e' che la
"competenza" dovrebbe essere quella del Ministero delle
Comunicazioni e non quello dell'Industria.


> > Secondo: Internet ha giÓ i suoi organismi di regolazione
> > a livello internazionale.

Certo e non riconosciuti dalla legge e dai giudici Italiani ed e'
proprio questo il problema attuale, peraltro facilmente risolvibile con
una legge liberale che altro non faccia che "ratificare" cio' che gia'
esiste.

> > Terzo: le leggi devono essere autosufficienti,
> > non dipendere da intepretazioni o regolamenti.

E qui mi spiace davvero ma non vedo proprio perche' una legge non
dovrebbe essere interpretata. Non siamo in una dittatura ed e'
sarcosanto il diritto dei Guidici e degli Avvocati di interpretare le
norme.

Se continuiamo ad assumere posizioni cosi' lontane dalla logica e
dalla realta' e' chiaro che i Politici altro non potranno fare che
esautorarci quanto prima.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe