Sulla validita' delle UDRP di ICANN

e-solv (clerk) clerk a E-SOLV.IT
Mer 18 Apr 2001 08:23:14 CEST


Marco d'Itri ha scritto:
>
> On Apr 17, Enzo Fogliani <fog a fog.it> wrote:
>
>  >- b) Nella maggior parte dei casi chi perde la MAP (questa 
>  >l'esperienza italiana)  un cybersquatter che ha registrato centinaia di
>  >domini, con relativi costi.
> E` vero (e non ho nulla contro come sono gestite le MAP italiane), ma non
> c'entra niente con il fatto che WIPO in un mucchio di casi ha dato
> ragione al possessore di un trademark nonostante l'uso del dominio fosse
> piu` che legittimo (e spesso si trattava di casi di critica o parodia).

Non  certo questo il caso italiano. Per quanto riguarda la e-solv, su
20 ricorsi 6 sono stati respinti, 3 non sono terminati per rinuncia di
una delle parti, 11 sono stati accolti.

La percentuale dei ricorsi accolti  quindi del 55%. Tra i nomi illustri
che si sono visti respingere il ricorso: Eurocard, Biotherm, Ermenegildo
Zegna, Corriere della Sera...

Non mi sembra che per le MAP italiane si possa dire che gli enti
conduttori abbiano un occhio di riguardo per i grandi marchi!

>  >- c) un rapporto di 1 a 3.464 indica che i saggi lavorano molto meglio
>  >dei giudici. Avessimo nella magistratura ordinaria gli stessi numeri per
>  >quanto attiene ai giudizi di primo grado riformati in appello....
> Sappiamo che in un caso il tribunale ha dato parere diverso dagli
> arbitri, ma non sappiamo in quanti casi una decisione degli arbitri e`
> stata impugnata in tribunale.

Aspettiamo i risultati italiani..

Cordiali saluti,

    Caterina Bruno Corbaz


----------------------------------
E-SOLV s.r.l.
Via Paisiello 27, 00198 Roma
tel.: (+39) 06-35340012; fax: 06-35429459
http://www.e-solv.it -  e-mail: clerk a e-solv.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe