Sul caso CORSERA.IT

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Gio 19 Apr 2001 00:59:07 CEST


Mi sono letto la decisione su corsera.it e in tutta onesta' , a parte il discorso
del 'non monopolio' (che ritengo invero un po' tirata per i capelli e comunque
fuori mandato) non mi sembra cosi' clamorosamente fuori dal seminato.
Personalmente avrei tenuto fuori dalla decisione la discussione sulla validita'
della MAP perche' non e' cosi' pertinente per il saggio mettersi a difendere
una 'regola'  (se il resistente non la riteneva valida perche' perdere tempo a
difendersi? Se l'esito era sfavorevole faceva valere i suoi diritti altrove, citando
l'inapplicabilita') ed eventualmente il saggio avrebbe dovuto prendere in
considerazione le sole argomentazioni a difesa... ma tutto sommato la
decisione non mi sembra cosi' errata.
Probabilmente se RCS avesse fatto piu' leva sul 'trarre in confusione'  rispetto
allo sventolare il diritto al marchio 'corsera'  (che e' sicuramente noto come
identificativo del 'Corriere della Sera' ma piu' agli addetti ai lavori o giu' di li'
che al grande pubblico indistinto) avre fatto sorgere qualche dubbio in piu'
(che so ad esempio facendo l'esempio di una iniziativa via email con un
indirizzo che puo' far pensare che venga rivolta al corriere della sera invece a
alla ADV (il pubblico e'  piu' avvezzo ad immaginare abbreviazioni quando si
usa l'email piuttosto che verso un sito web)
Complessivamente non mi sembra una decisione cosi' drammaticamente
errata...
...o mi sono perso qualcosa?

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe