Proposta formale di modifica dell'art. 16.6.1

Franco, Bressan franco.bressan a NLINE.IT
Ven 20 Apr 2001 13:03:46 CEST


At 11.30 20/04/01 +0200, you wrote:
caso limite ?
ci sono certamente centinaia di domini gia' registrati e che con lo
sviluppo seguente
di internet ora questi domini possono interessare ad altri
Una ditta che ha disponibilita' finanziaria puo' registrare una serie di
marchi
e poi richiedere gli venga assegnato il dominio corrispondente gia' registrato
se si desidera una gestione democratica di internet
l'ente di registrazione dovrebbe tutelare chi ha registrato il dominio per
primo
in quanto registrato secondo le regole in essere in quel momento,
si dovrebbe scoraggiare ogni forma di azione retroattiva
f.b.

>Raimondo Bruschi ha scritto:
> >
> > in sintesi .........ambedue ne hanno diritto evidente, la situazione e'
> > lesiva per entrambi, chi ne ha ragione ? noi che siamo arrivati prima a
> > registrare il dominio o loro che formalmente ne hanno registrato il marchio
> > con nome assimilabile precedentemente, nello stesso mercato con gli stessi
> > obbietivi ed entrambi in buona fede ?
>
>Non pretendiamo dalle MAP che si sostituiscano ad un giudice. Esse
>servono solo per i casi di malafede evidente, che non  certo questo. A
>mio avviso, una MAP nei vostri confronti non potrebbe essere che
>respinta, se dimostraste che le cose stanno come dici.
>
>Una questione di questo genere non puo' ovviamente che essere risolta
>dal giudice, sulla base di elementi diversi da quelli sulla cui base si
>svolgono le MAP.
>
>D'altra parte, dobbiamo tenere anche presente che questo  veramente un
>caso limite...
>
>Saluti,
>
>     Enzo.
>
>
>-------------------------->>>  <<<--------------------------
>Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
>Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
>http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe