il monopolio di RA

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 23 Apr 2001 14:33:27 CEST


On 23 Apr 2001, at 13:54, Maurizio Codogno wrote:
> On Mon, 23 Apr 2001 13:30:02 +0200
> Luca Venturini <luca a yepa.com> wrote:
> > E' veramente comico sentir dire che la RA non sia
> > monopolista.
> >
> > Non solo si tratta di monopolista, ma anche della
> > peggior specie: quei monopoli pseudo statali
> > gestiti con meccanismi burocratici che offrono
> > livelli di servizio scandalosamente bassi.
> > (e, per quel poco che offrono, anche costosi).
>
> Naturalmente, qui non c'entra un tubo il fatto che la YEPA si sia
> candidata a fare il registry, immagino.

A parte il fatto che non ci vedo nulla di male nel fatto che la Yepa
abbia ambizioni di fare il registry, resta il fatto che la RA agisce in
regime di monopolio.
Infatti la RA ha obbligo di stipulare i contratti e non puo' rifiutare
questo o quel maintainer (altrimenti la Yepa forse non sarebbe un
maintainer :-)).
Inoltre la RA ha recentemente RIDOTTO i prezzi non gia' creando
un vantaggio competitivo per i maintainer ma rendendo di fatto
quasi impossibile a chi non sia RA cioe' CNR cioe' pieno di soldi
dello Stato Italiano (che per ora e' ricco certo piu' di qualsiasi
azienda privata) una possibile concorrenza a fare il registry.
Che poi il registry debba essere uno solo per il ccTLD .it e' pacifico
ma allora che sia una azienda senza fini di lucro e davvero
indipendente.
Le altre osservazioni sono di tipo accademico e quindi non
meritano risposta.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe