.IT registrars (was "il monopolio di RA")

Alessandro Ranellucci jr alex a PRIMAFILA.NET
Lun 23 Apr 2001 19:02:00 CEST


 Ciao a tutti,

 la discussione si sta facendo troppo sofisticata per i miei gusti, e mi
permetto di proporre brevemente alcuni punti il piu' possibile concreti in
merito alla possibilita' di trasformare l'attuale RA in un sistema
multi-registrar.

 Le idee che seguono non attendono altro che di essere confrontate con
realta' aziendali piu' grandi e piu' piccole di quella in cui mi trovo.

 1) Questa eventuale configurazione del sistema di gestione dei domini
andrebbe a coprire, a quanto ho capito, le necessita' di avere:
  - piu' autonomia
  - piu' velocita'
  - costi piu' bassi

 2) Una operazione del genere richiederebbe la trasformazione di tutti gli
attuali MNT in registrars. Questo comporta un po' di problemi, considerando
anche che i maintainers attuali sono molti piu' di quanti siano i registrars
di NSI per i gTLDs: sarebbe necessaria una gran quantita' di interventi
tecnici, formativi, contrattuali.

 3) L'operazione richiederebbe anche, da parte di noi MNT, l'installazione
di sistemi software (ed anche hardware, a seconda delle realta') piuttosto
complessi (pensiamo ai sistemi che NSI fornisce ai novelli registrars).
Questo vuol dire che i maintainers piu' piccoli decideranno di affidarsi a
qualche grosso concorrente che certamente proporra' delle soluzioni di
bulk-registration per i providers minori. E se posso avanzare un giudizio
personale, non si tratterebbe di una situazione democratica che giustifichi
di togliere il monopolio alla RA, che e' comunque un ente pubblico,
dichiaratamente no-profit (e per piacere non commentate questa affermazione:
limitiamoci a dire questo, e non ad elencare quello che soggettivamente
rileviamo --almeno in questo argomento).

 4) Infine, c'e' da analizzare una serie di questioni tecniche: come
funzionera' l'autenticazione tra il Registry e i Registrars? Come
funzioneranno le procedure di installazione e di formazione? E la
fatturazione?

 5) Chi decidera' se procedere o meno? Il Comitato dei Contributori?
L'assemblea della Naming Authority? Il CNR? ICANN? La RA? un voto misto?

 Nella discussione della giornata di oggi e' piu' volte emersa l'esortazione
a parlare di questa operazione, ma nessuno ha iniziato. Se permettete ho
presentato alcuni punti che ritenevo di dover chiarire; ovviamente tutto si
puo' contestare e trovare un accordo.

 Buona serata a tutti

Alessandro Ranellucci jr

 ... HOSTINGCENTER-MNT
 ... http://www.hostingcenter.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe