R: Domini riservati (gTLDs)

Luca De Maria (E-mail) demaria a WEBWORLD.IT
Lun 23 Apr 2001 21:53:59 CEST


Mi spiace ma non sono d'accordo per nulla.
Anche lo stato, data la sua autorità, può tassare
i "soldini" che tutti noi abbiamo sul c/c bancario,
(una volta è già successo!) però, quando si permette
di farlo, immancabilmente perde di credibilità perché,
per una *sua* esigenza interna non tutela i diritti
del singolo.

In poche parole: nessuno discute che le nuove regole
della NA possano teoricamente prevedere dei veri e
propri espropri, ma azioni di questo genere sono,
spesso, CONTROPRODUCENTI.

Rinnovarsi non vuol dire stravolgere le regole, ma
cambiarle con coscienza.

Luca D.M.
networkserver-mnt

>
> Di conseguenza, chiunque registri un nome a dominio deve
> sapere che può
> capitargli di doverlo lasciare libero, con un anno (non sei
> mesi) di preavviso.
>
>
> Cordiali saluti.
> Gian Carlo Ariosto
>
>   /*\  .. . . . . . . . . . . . .
>   \ / . ASCII Ribbon Campaign .
>    X .- NO HTML/RTF in e-mail .
>   / \ .- NO Word docs in e-mail.
> /   \ .. . . . . . . . . . . . .
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe