il monopolio di RA

Daniele Vannozzi Daniele.Vannozzi a IAT.CNR.IT
Lun 23 Apr 2001 23:12:47 CEST


Luca,

Luca Venturini wrote:
>
> Ciao,
>
> tra gli operatori che lavorano con altri TLD c'e' Yepa.

La tua opinione mi e' nota anche se onestamente alcune volte faccio
fatica a capirla.

>
> Devo dire che la RA italiana e' il peggiore dei nostri
> fornitori. Su questo abbiamo avuto modo di parlare altre volte.

Si ne abbiamo parlato altre volte ...
Ti invito pero' di nuovo a non generalizzare ma citare fatti
concreti, quelli che tu definisci "errorini" in un'altra mail
se sono compiuti da altri perche' darne la colpa alla RA?

>
> Come dicevo al resto della lista, se tutti gli operatori
> potessero decidere tra RA attuale ed alcuni "concorrenti",
> temo che sareste senza clienti.

Io la penso diversamente ma .. rispetto il tuo punto di vista.

>
> In alternativa sareste costretti ad offrire un servizio
> di maggiore qualita'. A volte la scarsa qualita' e'
> semplicemente una scelta. Quando non si hanno concorrenti
> e' la scelta piu' facile per fare utili. Se poi i
> propri bilanci non sono separati da quelli del CNR si
> tratta anche di una scelta che nessuno puo' contestare.

Su questo ti sbagli di grosso, gli investimenti in termini di
funzionalita' che vengono aggiunte ed attivate dimostrano
invece l'esatto contrario e cioe' la ricerca di fornire un
servizio sempre migliore. Anche se a te sembrera' strano anche
noi ci teniamo ad i nostri "clienti" ed al loro soddisfacimento
in termini di servizio offerto ... e con l'occasione vorrei
ricordarti che il CNR non e' un ente commerciale e quindi non
votato a fare utili ma, nel caso specifico, a dare un servizio
a copertura dei costi. E non mi pare che vi siano molti ccTLD
in Europa con prezzi di registrazione inferiori.

Penso di aver tediato anche troppo la lista con questo botta e
risposta tra me e te, quindi se vuoi continuiamo pure la
discussione ma fuori da ita-pe.
Ciao,

                Daniele

>
> A presto.
>
> Daniele Vannozzi wrote:
> >
> > Luca Venturini wrote:
> > >
> > > Scusa, tra le tante cose da fare non pensavo
> > > di dover illustrare cio' che mi pare evidente
> > > a chiunque sia costretto a lavorare con la RA
> > > tutti i giorni.
> > >
> > > A. Il Registry non deve essere unico. Specie se i
> > > livelli di servizio sono quelli della RA italiana.
> >
> > Luca,
> > il registry deve essere unico per motivi tecnici e su questo direi
> > che non ci piove.
> > Sui livelli di servizio, oltre a delle affermazioni generiche,
> > quali sono i casi reali a cui ti riferisci?
> > Sono imputabili interamente alla RA o ad altri?
> > Spesso ci vengono attribuire colpe che in realta' nostre non sono
> > ma che visto che siamo noi a notificare l'errore o il problema e'
> > facile essere scambiati per i "cattivi" della situazione.
> >
> > >
> > > B. Credevo fosse proprio la RA. Non mi pare che la
> > > NA abbia mai scelto i prezzi. In realta' la cosa importante
> > > e' il rapporto tra qualita' del servizio offerta e prezzo.
> >
> > Durante i meeting di CENTR, di RIPE ed in altre occasioni abbiamo
> > spesso la possibilita' di fare confronti con  gli altri ccTLD europei
> > sui modi di operare, sulle procedure, ecc e riguardo al rapporto
> > prezzo/prestazioni direi che siamo in buona posizione nel panorama
> > europeo.
> > Ma qui in lista ci sono alcuni operatori che lavorano anche con altri
> > ccTLD e quindi possono confermare o smentire le mie affermazioni.
> > Cordiali saluti,
> >
> >                 Daniele Vannozzi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe