R: Monopolio RA ? Si, no, forse...

Bruno Piarulli piarulli a REGISTER.IT
Mer 25 Apr 2001 15:32:30 CEST


> -----Messaggio originale-----
> Da: Griffini Giorgio
> Oggetto: Monopolio RA ? Si, no, forse...
>
     [...]
>
> Credo che alla RA/CNR non dispiaccia l'idea di fungere da sola
> 'registry' ad
> un certo numero di 'registrars'  scrollandosi cosi' di dosso la
> parte onerosa e
> piu' prettamente commerciale delle registrazioni di nomi a dominio.
> Uno degli ostacoli, anche se forse non il peggiore, e' il fatto
> che, dal punto di
> vista tecnico, non esistono soluzioni tecniche particolarmente
> collaudate e
> che siano appetibili ad un ambito piu' facilmente 'non profit'
> stile ccTLD e
> soprattutto esenti da 'license fee'  (per i registrars del '.com'
> mi sembra si
> aggiri intorno ai 10K$ di sola licenza software)

Forse anche meno :-), ma di sicuro **non** sono li' i costi. Essere un
"Operational Registrar" (cioe' attivo) ha dei costi ben diversi dalle
semplici fee di ingresso e annuali e dai costi di licenza. Liberi di
crederci o meno, servono diverse centinaia di migliaia di dollari, tra
strutture, hardware e software. Ad oggi ci sono circa 150 Registrar
accreditati Icann, ma solo una ottantina di questi sono attivi.



> D'altronde la struttura italiana di fatto e' gia' simil
> multi-registrar....

Assolutamente no! Un Registrar deve garantire livelli di servizi
semplicemente insostenibili per un "tradizionale" Maintainer. Un Registrar
scrive in tempo reale sul database, un maintainer no. Non che non ci siano
in Italia aziende in grado di farlo, di sicuro ce ne sono diverse decine, ma
non con la stessa struttura ed investimento con cui fanno il Maintainer.
Passare ad un modello Registry-Registrar (e io sarei ovviamente favorevole
:-) obbligherebbe la stragrande maggioranza dei Maintainer a diventare
rivenditori di un Registrar, con per contro il vantaggio di poter contare su
SLA ben definite con penali a carico del Registrar in caso di inadempienza,
e con una competizione sui prezzi non appena i Registrars fossero "alcuni".
Ma dubito fortemente che il fee applicato al Registrar potrebbe calare, se
si vuole avere un Registry che garantisca una affidabilita' almeno pari a
quella che verrebbe offerta dai Registrar.

Nei .COM un Registrar paga 6$, circa 6,7 Euro e i nuovi unrestricted gTLD
hanno prezzi similari. Questo perche' i costi per gestire un registry si
misurano in milioni di dollari, non in centinaia di migliaia. Le
"application" e i business plan dei nuovi 7 registry sono online su Icann,
basta aver voglia di leggerli. (quest'ultima e' per chi si offre, a mio
avviso con un po' troppa leggerezza, di fare il registry :-).


Bruno Piarulli
------------------------------
Register.it SpA
tel +39 035 3230300
fax +39 035 3230312
http://we.register.it
mailto:we a register.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe