Bonino docet

Ettore Panella box a STARNET.IT
Sab 28 Apr 2001 12:48:28 CEST


chi si occupa di politica sa che il sito istituzionale (come il giornale di
partito) serve a catechizzare chi e' gia' adepto.
Per raggiungere gli altri (che poi sarebbe lo spirito della campagna
elettorale) occorrono i manifesti, i volantini e gli spazi televisivi.

Se io oggi decidessi di fare un partito contro l'ultima legge su siti web
ed editoria (non ricordo il numero scusate) facendo un sito istituzionale
raggiungerei tra 1 anno qualche migliaio di visitatori, facendo un ottimo
lavoro con i motori otterrei risultati certamente migliori pero'
raggiungerei solo persone in qualche modo sensibili, pero' se voglio
ottenere dei risultati apprezzabili in tempi brevi, illustrando il pericolo
e la problematica  ai ragazzi delle chat per esempio devo cercare un altro
metodo.  La posta elettronica e' l'ideale che ci piaccia o no. Ovviamente
se e' lecito mettere dei manifesti elettorali e' altrettanto lecito
rispettare alcune regole, non si puo' attaccare ovunque. Diamoci delle
regole che permettano anche al cittadino italiano piu' sfigato di fare
proposte concrete senza spingere i costi della politica a cifre altissime
(per pagare gli spot televisivi una intera classe politica del nostro paese
e' stata sommersa dagli scandali) che poi pagheremmo comunque noi
sottoforma di tangenti finanziamenti ai partiti ed altro

comunque piu' che mail elettorali ricevo sms elettorali (quelli mi rompono
di piu'onestamente perche' mi interrompono in qualsiasi momento, la posta
la scarico con calma quando preferisco).
Sicuramente i politici non hanno capito internet su questo ti do ragione.


At 17.19 28/04/01 +0200, Maurizio Codogno wrote:
>On Sat, 28 Apr 2001 11:29:45 +0200
>Ettore Panella <box a starnet.it> wrote:
>
>> Capisco l'astio antispam, ma la democrazia ha dei costi e le e-mail sono il
>> modo migliore per i candidati per farsi conoscere e far conoscere il
>> proprio programma. Preferisco ricevere delle e-mail corte con un link al
>> sito dei candidati alla assenza di informazione.
>
>E io invece preferisco che un sito istituzionale (le elezioni saranno
>bene qualcosa di istituzionale, no?) abbia una pagina con i link di
>TUTTI i partiti che si sono presentati alle elezioni.
>
>Non sarebbe MOLTO piu` pratico?
>
>> Non sono radicale!
>> Ma trovo giusto permettere una certa par condicio
>
>Questa non sarebbe pura par condicio?
>
>> Ovviamente sarebbe opportuno inviare la pubblicita' dei candidati di milano
>> ai soli milanesi e non ai nocerini ma questo e' un altro dicorso
>
>In questo modo chiunque potrebbe cercarsi "i propri candidati".
>
>.mau.
>
>
______________________________________________________


______________________________________________________



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe