abilitazioni ec

Ettore Panella box a STARNET.IT
Mar 7 Ago 2001 01:40:43 CEST


......
ritengo che gli
>enti debbano essere seriamente imparziali (e sottolineo seriamente) e, in
>quanto imparziali, non dovrebbero avere contatti con il "mercato", nč dopo
>l'autorizzazione nč - tanto meno - prima di essere autorizzati
>

allora non sono il solo a sostenere questa eresia.
In questa lista gli eretici sono gia' diventati due :-)))



>
>Riccardo
>
>
>
>----- Original Message -----
>From: "Claudio Allocchio" <Claudio.Allocchio a garr.it>
>To: "Naming Authority Italiana" <ITA-PE a NA.nic.it>
>Sent: Monday, August 06, 2001 3:42 PM
>Subject: abilitazioni ec
>
>
>> Giorgio,
>>
>> l'abilitaizione degli EC non e' mai stata una cosa basata su pura
>> verifica formale dei requisiti. C'e' sempre stata anche la verifica anche
>> se ovviamente minima, della comprensione da parte del candidato delle
>> regole di naming, del significato delle procedure di riassegnazione e
>> della "tipologia" dei candidati a saggi. Ed in un caso una richiesta NON
>> e' stata accettata perche' non sembrava rispondere anche a questi
>requisiti.
>> L'abilitazione non e' un semplice lavoro di "verifica segretariale dei
>> requisiti". C'e' la discrezionalita' o meno di vedere se il candidato
>> sembra in grado di fare il lavoro, nonche' appunto l'opportunita' o meno
>> di quante richieste ci sono e di quante offerte di EC ci sono.
>>
>> Lo so che ovviamente un "respinto" puo' sentirsi discriminato, ed e'
>> appunto per questo che e' stato esplicitato il tutto nel testo. Cosi' ho
>> un punto di appoggio in piu' in caso di non abilitazione. Ad esempio io
>> mi baso anche sul fatto che un EC abbia o meno anche delle richiesta di
>> agire come tale.
>>
>> Non e' un lavoro facile, ma qualcuno lo deve pur fare...
>> :)
>>
>> claudio
>
>
______________________________________________________
Ettore Panella

______________________________________________________



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe