Ita-pe servermail

ros (by way of chiari mario <chiari.hm@flashnet.it>) shine a NETFLY.IT
Mer 22 Ago 2001 11:49:30 CEST


Mario sto disperatamente tentando di rispondere ad una email su ita-pe ma
torna inesorabilmente indietro con il messaggio "host irragiungibile".
Conosci un motivo qualunque per cui questo accade?

fammi sapere
ciao
ros

Il testo completo di header  il seguente:

Il seguente indirizzo email  irraggiungibile: <ita-pe a NIC.IT>
*** Messaggio Originale ***
Received: from zeus.netfly.it (217.59.244.132)
by zeus with MERCUR-SMTP/POP3/IMAP4-Server (v3.30.09 AS-0098308)
for <ita-pe a NIC.IT>; Wed, 22 Aug 2001 10:30:32 +0200
Received: FROM u4o2b1.netfly.it BY zeus.netfly.it ; Wed Aug 22 10:30:31
2001 +0200
Message-Id: <4.3.2.7.0.20010822104301.00c50ec0 a mail.netfly.it>
X-Sender: shine a mail.netfly.it
X-Mailer: QUALCOMM Windows Eudora Version 4.3.2
Date: Wed, 22 Aug 2001 10:43:03 +0200
To: ita-pe a NIC.IT
From: ros <shine a netfly.it>
Subject: Re: considerazioni e commenti su EC e discrezionalita'
Mime-Version: 1.0
Content-Type: text/plain; charset="iso-8859-1"; format=flowed
Content-Transfer-Encoding: quoted-printable
Reply-To: shine a netfly.it

 >
 > >
 > >In sintesi, da una parte sono convinto del fatto che la separazione
 > >concettuale tra il policy board di un registro e il suo ramo operativo=
sia
 > >una buona cosa. Dall'altra pero' trovo estremamente ragionevole=
l'obiezione
 > >fondamentale che viene dallo IAT-CNR, ossia: perche' noi dobbiamo=
rispondere
 > >in sede legale di regole che non siamo noi a fare?

Argh...l'obiezione non sta in piedi. Se ognuno potesse farsi da s le
regole cui sottostare il mondo sarebbe molto divertente (sarcastico) ma ben
poco coerente.
Se proprio qualcosa dovrebbe essere imitato, all'interno di una logica di
internet governance seria,  proprio la separazione dei poteri nella
famosa triade (legislativo, esecutivo, giudiziario). Questa piccolissima
regola 
alla base dei nostri sistemi politici da tempo ormai e possiamo ritenerla
- a ragione - l'unica che possa consentire uno svolgimento democratico
della vita politica di uno stato. Non se ne conoscono altre...ed anche se
la sperimentazione e l'innovazione anche in campo giuridico-politico pu
essere stimolante, una strada gi sperimentata resta pur sempre la pi
sicura da percorrere. Basta osservare quello che sta accadendo per le leggi
elettorali per capire come funziona questo tipo di sperimentazione: siamo
al punto che ogni coalizione vincente si fa una legge elettorale a propria
misura...tanto che, facile immaginare, avremo una nuova legge pi o meno
ogni quattro anni...con grande confusione dell'elettorato.

saluti
Rosanna



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe