tutela delle iniziative no profit

Giorgio Plazzotta plazzotta a TISCALINET.IT
Mar 28 Ago 2001 15:23:08 CEST


Salve
oltre un mese fa ho inviato un messaggio al gruppo di persone che si occupa della registrazione dei domini .it ponendo un quesito che riassumo.
Dirigo una associazione no profit (di quelle che lo sono veramente) che si occupa della pubblicazione di due siti internet regionali, dedicati a due regioni italiane (la Sardegna e la Carnia) che erano (e sono tuttora) povere di inziative telematiche dedicate alla cultura ed al contatto tra la terra di origine ed i molti emigrati che queste due zone hanno sparso in tutto il mondo. I siti hanno un certo seguito e soprattutto sono apprezzati per l'importante funzione sociale che svolgono (vedere guestbook). Scusate se lo sottolineo ma sino a qualche tempo fa l'intera rete internet era costellata di iniziative, spesso spontanee, di questo tipo. Il commercio e la new economy erano lontani nel 1997, quando furono avviate. Ovviamente senza alcun tipo di entrata non si puo' fare tutto, percio' anche operazioni come l'acquisto di tutti i possibili domini .com .it .net .org etc. con nomi simili a quelli scelti, operazione che normalmente qualsiasi attività commerciale fa per tutelarsi, non sono state praticabili. Si tratterebbe di spendere cifre consistenti ogni anno solo per bloccare questi domini e non avere alcuna entrata per farvi fronte. Ho scelto un nome che fosse abbastanza originale ISOLASARDA e ho registrato utilizzando il .com perche' all'epoca non era possibile registrare il .it se non si disponeva della partita IVA. 
Sta di fatto che nel giugno scorso qualcuno ha pensato bene di registrare il dominio isolasarda.it creando, come è comprensibile, una notevole confusione nei visitatori. Il nome Isolasarda non aiuta nell'utilizzo dei motori di ricerca e quindi non vedo vantaggi derivanti dall'uso di tale nome se non quello di approfittare di una certa fama che il sito isolasarda si è crato negli anni.
In seguito al messaggio inviatovi ho ricevuto alcune risposte che mi hanno aperto gli occhi sulla situazione ma non hanno aiutato a trovare una soluzione praticabile. In pratica ho il diritto di rivendicare l'utilizzo esclusivo di quel nome dominio ma dovrei affrontare una spesa di svariati milioni per vedere riconosciuto questo diritto. Poiche' la mia attività nella rete è sempre stata svolta a titolo gratuito, cosi' come esistono tante altre iniziative che hanno fatto crescere la rete e l'hanno arricchita di contenuti e sevizi interessanti e originali, mi chiedo se l'avvento dell'era commerciale su internet deve significare anche la mancata tutela delle iniziative che non basandosi sul profitto, non possono effettuare tutta una serie di operazioni, come quella di affrontare costose azioni legali. Personalmente riterrei un grave errore se questo avvenissee penso che tutti capiscano che impoverimento ci sarebbe se queste piccole luci venissero spente. Puo' darsi che la risposta sia: se non hai fondi qualcuno domani ti prenderà il nome e magari dopodomani ti porterà via anche i contenuti, poi ti daranno un calcio e tu e la tua internet pioneristica lascerete spazio al nuovo supermercato inetrenttiano. Ma puo' darsi che non sia cosi' e che anche nel vosto ambito ci sia chi supporta e difende le iniziative non commerciali. Detto questo e concludendo questo messaggio della cui lunghezza mi scuso, chiedo a tutti gli interessati di sapere se a tutela del diritto della associazione culturale che presiedo e dei visitatori del sito isolasarda.com c'è un modo praticabile per una attività no profit per vedere riconosciuta la disponibilità del dominio isolasarda.it affinchè cessi la confusione creatasi. Si tenga presente che, per quanto esposto sopra, non saremmo in grado di affrontare una spesa cosi' consistente come quella prospettata, che probabilmente puo' essere ammortizzata in una logica di e-business che è estranea alla nostra iniziativa. Se qualcuno conosce una soluzione che si adatti al caso è pregato di comunicarmela. Ho già ricevuto preventivi multimilionari  e commenti tipo "dovevi pensarci prima e comprare tutti i domini" oppure "il mondo è dei furbi" che possono essere condivisibili ma non hanno contribuito fattivamente a risolvere questo caso. 

Ringrazio ancicipatamente

Giorgio Plazzotta
Presidente Associazione Culturale Cibeterra
http://www.isolasarda.com
http://www.cjargne.it 
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://listsrv.nic.it/pipermail/ita-pe/attachments/20010828/38dca404/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe