abc procedure

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Dom 9 Dic 2001 22:29:40 CET


Ettore Panella ha scritto:
>
> 1) enti conduttori finanziati dai ricorrenti, che di fatto scelgono il
> saggio che si pronuncera' (cosa che per la cultura giuridica di tradizione
> latina non e' cosa buona e giusta)

Non direi proprio. Il ricorrente sceglie l'ente conduttore, non il
saggio. Ogni ente ha come minimo 15 saggi, come previsto dalle regole di
naming, ma di solito ne hanno di piu' (CRDD, se non sbaglio, ne ha 23).

Inoltre esistono le MAP a tre saggi. Se il resistente vuole, sceglie la
MAP  3 saggi, e allora le due parti indicano una rosa di tre persone fra
cui vengono scelti i saggi.

> 2) nessun coordinamento o obbligo per tutti saggi abilitati (almeno a quanto
> mi risulta) di coordinamento (come ad esempio mailing list ristrette)
> per evitare giudizi contrastanti su casi molto simili.

Questo non esiste a livello generale, ma mi risulta esista entro ciascun
ente conduttore. A quel che ne so, per esempio, Arbitronline ha un
servizio con cui tiene aggiornati i saggi delle modifiche alle norme,
etc.

In ogni caso, mi sembra che nelle decisioni italiane, perlomeno in
quelle dei due maggiori enti conduttori, non si verifichino grandi
contrasti giurisprudenziali.

> Sicuramente l'esame
> che devono sostenere per essere ammessi come saggi dimostra la conoscenza
> delle regole di naming e la loro filosofia pero' da solo non basta a
> garantirci un buon servizio, secondo me occorre anche un valido lavoro di
> coordinamento.

Da quel che ne so esiste una lista chiamata CEC (coordinamento enti
conduttori) attiva da oltre un anno, che si occupa di questo lavoro.
Ovviamente č una lista interna ristretta ai soli enti conduttori.

> forse se affrontassimo serenamente almeno questi due punti potremo
> migliorare un servizio che da (obiettivamente) sperimentale potra'
> diventare efficace ed efficiente.

Il servizio č migliorabile, ma direi cha ha superato ampiamente lo stato
sperimentale. Sono gia' 111 i domini sottoposti a procedure di
riassegnazione.

Teniamo presente che, a quel che mi risulta, il numero di decisioni
nella MAP italiane in un anno e 3 mesi di attivitā degli enti conduttori
supera di gran lunga quello delle decisioni della magistratura sui nomi
a dominio da quando e' nata internet ad oggi (perlomeno quelle
pubblicate).

> Sul caso specifico del sig. Cicalo' non mi pronuncio perche' non ho voglia
> ne' tempo di leggermi tutte le carte, pero' credo che chi si  occupa della
> qualita' del lavoro degli enti conduttori dovrebbe valutare serenamente le
> obiezioni sollevate.

Il caso specifico del sig. Cicalo' č illuminante per valutare le sue
critiche. Egli ha subito un ricorso da parte della Rusconi, ed il
ricorso č stato respinto.

Ha quindi vinto la MAP e proprio il suo caso e' la lampante
dimostrazione che i saggi italiani sono sostanzialmente imparziali. (ha
vinto una persona fisica contro un grosso gruppo editoriale). Oltretutto
non ha pagato ne' una lira all'ente conduttore, ne' una lira in marche
da bollo. Ha perso del proprio tempo per difendersi.

Non si capisce quindi cosa abbia da lamentarsi circa le MAP. Ci sappia
poi dire se l'esito del giudizio che la Rusconi ha intrapreso contro di
lui sara' cosi' rapido, cosi' privo di spese e cosi' a lui favorevole
come la MAP.

> Buon ultimo, non si potrebbe pensare ad una certificazione di qualita' per
> gli enti conduttori, finanziata dalla RA (visto che sono un utile strumento
> e quindi devono lavorare al meglio?).

Potrebbe essere una buona idea...

Cordiali saluti,

    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe