L'attuale Task Force

Vittorio Bertola vb a VITAMINIC.NET
Gio 1 Feb 2001 15:45:22 CET


On Thu, 01 Feb 2001 11:29:48 +0100, Claudio Allocchio wrote:

>Per la TF ho aspettato io a metterla in moto, ed ora che, mi sembra, ci
>sono le condizioni per andare in certe direzioni (ovverosia ho
>l'impressione che non ci sia piu' tanto interesse nel proseguire a passi
>rapidi con imposizioni esterne su cosa e come dobbiamo essere - spero di
>non sbagliare ovviamente), vedo un po' di idee circolare sulla sua lista.

Lo spero: io credo che, data la situazione, sia dovere, e sottolineo dovere,
dell'attuale Task Force arrivare alla eventuale assemblea con una proposta.

Quello che non riesco a capire e' se vi siano le condizioni perche' questo
avvenga. Qui non bastano un po' di idee: qui ci vuole la condivisione di
alcuni principi di base e del duro lavoro per trasformarla in un testo
condiviso da tutti. Devo ammettere di avere ogni tanto tentato di rilanciare
la discussione sulla lista e di non aver visto grande esito; sinceramente,
penso che ogni membro della task force dovrebbe farsi un bell'esame di
coscienza e chiedersi se crede nella medesima o no.

Temo comunque che, alla luce sia degli sviluppi parlamentari sia della
situazione interna alla NA, ci sia poco altro da fare che rassegnarsi ad
essere tutti rimandati a casa nel piu' breve tempo possibile. Dico questo
con grande tristezza, perche' io alla capacita' di autogoverno di Internet
credo profondamente e ho preso questa "avventura" con grande entusiasmo;
eppure questi pochi mesi nella NA e nella task force rischiano di farmi
ricredere. A questo punto non so piu' cosa fare: o veramente la task force
cambia marcia, o personalmente mi chiedo quali spazi ci siano dentro la NA
per chi veramente vuole costruire qualcosa, al di la' degli interessi
personali.

Spero quindi, tanto per dire, che la mia ultima richiesta - quella che i
membri della task force esprimano una opinione almeno sul punto base
"costituency o no" - non cada ancora nel vuoto; finora non ho visto neanche
una risposta.

>Giusto per ricordarselo: all'assemblea ci sono le deleghe, ed uno dei
>grossi motivi di contendere era stato come accettarle, quante accettarne
>etc. incominciate comunque a pensarci.

A me piacerebbe cambiare la situazione, ma temo che non vi sia alcun modo
accettabile dal punto di vista regolamentare per impedire che alla prossima
assemblea succeda esattamente quel che e' successo in quella passata.
--
.oOo.oOo.oOo.oOo vb.
Vittorio Bertola     <vb a vitaminic.net>    Ph. +39 011 23381220
Vitaminic [The Music Evolution] - Vice President for Technology



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe