informazioni

Patrizio Menchetti patrizio.menchetti a MENCHLAW.COM
Ven 2 Feb 2001 11:45:16 CET


On 2 Feb 01, at 10:13, Daniele Vannozzi wrote:

> Enzo,
> dalla tua esposizione si potrebbe dedurre che la valutazione della
> lettera di assunzione di responsabilita' viene fatta in maniera
> soggettiva dall'operatore che ne gestisce l'inserimento nel DB e
> la relativa notifica al MNT. Nei fatti cosi' non e', la valutazione
> e' fatta nel rispetto delle regole e procedure tecniche.
> Nello specifico per le ditte individuali o liberi professionisti vi
> possono essere diverse "situazioni" che ne rendono non agevole la
> compilazione della lettera di assunzione di responsabilita'.
> Nel caso in cui alcuni dei campi richiesti non vi possano essere
> riportati dei valori (es: un libero professionista che non ha l'obbligo di
> iscrizione ad un Albo Professionale) e ' necessario che venga riportata
> una dicitura dalla quale si evince la sua situazione (es: "non soggetto
> alla iscizione ad un Albo Professionale") In ogni caso per qualsiasi
> eventuale informazione o chiarimento per situazioni particolari e'
> possibile contattare l'help-desk della RA a: hostmaster a nic.it oppure via
> telefono allo 050-3139811. Saluti,
>
Le informazioni dei professionisti non sono tra le piu' agevoli da
gestire, dato che le situazioni possono essere innumerevoli. Ricordo
che alla registrazione del dominio .it dello studio vi fu un problema
perche' fu richiesto il numero di iscrizione all'albo. Tuttavia, gli ordini
degli avvocati della Toscana di regola non attribuiscono un numero
di iscrizione, perche' la legge professionale forense non lo prevede
come obbligo (so che in Lazio invece la prassi e' diversa). Questo
per dire che a mio avviso la richiesta delle informazioni deve essere
effettuata solo per quelle strettamente pertinenti alla registrazone,
per due motivi. Il primo e' che, se non si attua questo principio, un
disgraziato di operatore dovrebbe avere una cultura sterminata o
tempo  risorse illimitati per fare bene il proprio mestiere, ed il
secondo e' che esiste un preciso obbligo di legge (art. 9 l. 675/96)
che impone che non si richiedano informazioni eccedenti quello che
serve. Incidentalmente, la violazione di questi obblighi genera la
responsabilita' civile di chi raccoglie i dati (ovviamente la RA e non
l'operatore che segue le procedure) sia per danno patrimoniale che
per danno morale. Quindi, nel caso di un professionista
occorrerebbe al massimo richiedere a quale albo o collegio
territoriale e' iscritto, se la legge prevede l'iscrizione, oppure la
dichiarazione che e' lavoratore autonomo non soggetto ad obblighi
di iscrizione. Poi, se ricordo bene, il nuovo testo unico sulla
documentazione amministrativa ha esteso anche ai privati la facolta'
di servirsi dell'autocertificazione, che ha il vantaggio di rendere le
false dichiarazioni rese sotto questo regime sanzionabili
penalmente. Credo sia una ipotesi da valutare, anche per avere un
utile deterrente e snellire il lavoro della RA.



------------------------------------------------
Patrizio Menchetti
Avvocato
Studio legale Menchetti
Via di Poggio, 34    I-55100 Lucca, Italy
Tel. +39 0583 419812  Fax +39 0583 316625
E-mail patrizio.menchetti a menchlaw.com
PGP public key file: http://www.minotti.net/circolo.htm



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe