R: Proposta integrazione OdG assemblea

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Ven 2 Feb 2001 17:15:07 CET


Ignazio Guerrieri wrote:
>
> per quanto concerne il merito della questione da te sollevata, mi pare che
> ben poco abbia a che vedere con la mia proposta.
> si puo' anche convenire (ed io convengo) sul fatto che una presenza
> massiccia della RA negli organi della NA non sia certamente una situazione
> augurabile; ma mi permetto di ricordarti che l'elezione delle cariche
> avviene democraticamente, e che i rappresentanti della RA sono membri della
> NA come tutti gli altri.

...tranne i soggetti convolti con gli enti conduttori.

Il mio intervento verteva, appunto, a sottolineare che la tua proposta,
con lo scopo di assicurare la massima trasparenza e impedire il
saltabeccare di qualcuno.... significava emettere un pesante giudizio
aprioristico circa i soggetti da te identificati, e solo nei loro
confronti.

Spiace che porre una questione importante in modo ironico susciti
reazioni cosi' esacerbate, quanto poi a confondere l'ironia con la
superficialità o la comicità... beh, ce ne passa.

Se il principio da sancire è che ogni individuo che potrebbe avere a
"guadagnare" da una sua eventuale partecipazione agli organi direttivi
della NA (perchè questa mi sembra lo spirito della proposta) allora mi
domando perchè non escludere i dipendenti della RA, del CNR, i
Maintainer, gli ISP, gli avvocati, i gestori di DNS, i produttori di
fax, gli utenti della rete Internet ed altri, non meglio precisati, che
potrebbero porsi in conflitto di interessi nella redazione delle norme
di naming.

I Maintainer, ad esempio, potrebbero proporre un modello che tuteli la
loro posizione di privilegio, impedendo, ad esempio, l'accesso a tale
qualifica ad altre entità. Il CNR potrebbe opporsi ad un'apertura del
registro ad altre entità, inficiando la sua posizione di monopolio, i
produttori di fax potrebbero combattere per mantenere la LAR, o magari
riportare la situazione al tempo in cuo occoreva mandare una dozzina di
pagine (una visura camerale) alla RA....

Ognuno di queste categorie avrebbe a guadagnare da un certo tipo di
regole, ad esempio, se le norme di naming del ccTLD .it fossero
perfette, ne guadagneremmo tutti, e per questo dobbiamo squalificarci, o
farne di pessime ?

Se il problema è quello dei rapporti di potere tra i vari attori, non
credo sia utile, o etico, escluderne solo uno.

O forse solo i saggi e i soci degli enti conduttori possono
"saltabeccare" ?
In questo caso definirli "vermi" sarebbe il minimo che coerenza e
trasparenza imporrebbe.

Perchè se i pericoli da te paventati sono reali, non sono gli unici, e
non credo che la trasparenza o la credibilità della NA possano aumentare
da una misura perlomeno parziale e iniqua.

Come vedi non ridevo della tua proposta, ma usavo solo un metalinguaggio
differente, perchè scaldarsi...

Paolo Zangheri



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe