R: R: Proposta integrazione OdG assemblea

Ignazio Guerrieri iguerrieri a PRONET.IT
Sab 3 Feb 2001 13:20:56 CET


Provo a rimandare il messaggio perche' non sono sicuro di essere riuscito a
mandarlo in precedenza; chiedo quindi scusa in caso di ripetizione.

Paolo Zangheri ha scritto:

>1) Enti conduttori e saggi non sono gli unici soggetti che operano in
>ambito NA e secondo le regole dettate da essa (lo sono anche i MNT, per
>citare il primo che mi passa per la testa).
>
verissimo. pero' non credo che siano posizioni tanto assimilabili.
diversamente dal ruolo dei maintainer, quello degli enti conduttori e' stato
deciso ed introdotto dalla NA.
inoltre deve a mio avviso considerarsi che gli enti conduttori, molto piu'
dei maintainer, sono soggetti al controllo degli organi della NA: del
presidente in primis (e ora come ora nulla vieterebbe di eleggere per tale
carica un rappresentante degli enti conduttori), ma anche del CE (che ne
deve avallare le disposizioni attuative, ma che con un'appropriata modifica
delle regole di naming potrebbe anche decidere, a mio avviso del tutto
arbitrariamente, di chiudere l'accesso ai nuovi enti che dovessero
presentare domanda, e questo per evitare problemi di concorrenza; se non
sbaglio, mi pare che la questione sia gia' sorta a suo tempo, ma e' solo un
esempio, naturalmente).

>2) Di tutte le categorie che potrebbero rientrare nella categoria delle
>persone coinvolte in organismi che operano in ambito NA, i saggi mi
>sembra per ruolo la meno prona a "saltabeccare" (sono in fin dei conti
>le persone a cui la NA, attraverso le proprie regole affida un ruolo di
>garanzia, definendoli appunto "saggi").
>
io non mi permetterei mai di mettere in discussione la serieta' dei saggi;
ma visto che nel loro lavoro debbono tra l'altro applicare le regole di
naming, non mi sembra il caso di ammetterli a far parte anche dell'organo
che quelle regole e' chiamato a redigere.

>3) L'assemblea della NA, per sconclusionata, disattenta, ciarliera che
>sia, possiede a mio parere una maturitÓ tale da poter scegliere in tutta
>autonomia a chi conferire i mandati di cui si sta discutendo, senza che
>siano previste norme di esclusione automatica. Se l'assemblea elegge nel
>CE un arbitro, saggio, socio di ente conduttore, Maintainer e ISP lo fa
>conscia di questo fatto, ed essendo sovrana nulla pu˛ impedire a tale
>persona di svolgere una degna funzione.
>
anche qui e' questione di punti di vista..... :-)
in realta' l'abituale massiccia presenza per delega rischia di rendere meno
"autonomi" i lavori dell'assemblea.
e comunque ripeto che non mi pare uno scandalo studiare delle ipotesi
d'incompatibilita', se non altro per limitare i sempre possibili casi di
conflitto d'interessi [vabbe' che questo e' un concetto che non va molto di
moda di questi tempi, in cui pare che l'unica incompatibilita' concepibile
sia quella di carattere....... :-)].

>Per questo motivo la tua proposta, da una parte mossa da ottimi
>presupposti, rischia di creare un vulnus poco utile ai fini della
>trasparenza e del prestigio della NA e delle categorie escluse.
>
grazie per il beneficio della buona fede! :-))
scherzi a parte, io temo che il vulnus al prestigio della NA derivi (tra le
altre cose, ovviamente) anche dall'attuale assenza di ogni norma che regoli
le ipotesi di conflitto d'interessi.

>A mio modesto parere, naturalmente.
>
anche io, com'e' ovvio, mi limito ad esporre la mia semplice opinione.
:-)
cordialmente
Ignazio Guerrieri
-------------------------------------------------------
Avv. Ignazio Guerrieri
Via G. Nicotera, 29
00195 - ROMA
E-Mail: iguerrieri a pronet.it
Tel. +39-06-3217708; Fax +39-06-3223335



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe