Richiesta posizione IAT/CNR (designated manager of 'it' ccTLD)

Elio Tondo elio a XTREME.IT
Dom 4 Feb 2001 18:12:18 CET


Griffini Giorgio scrive:

> Sono d'accordo che una legge dello stato prevalga sugli accordi di tipo
> privatistico ma credo questo valga e impegni solo le parti che sono
> soggette a tali leggi. Nella fattispecie credo che la situazione sia piu'
> complessa e sicuramente non impegna IANA/ICANN.

Se ricordate, era proprio questa una delle "pietre dello scandalo" della
prima stesura del DDL (al tempo ipotizzato come DL) sui domini: la pretesa di
vincolare alle "nuove regole" anche i domini al di fuori del ccTLD .it, con
annessa pretesa che Network Solutions, ad esempio, obbedisse ai dettami della
"Anagrafe dei Domini" italiana... ;-)

Concordo con l'analisi di Giorgio e dico anche che sarebbe l'ora di
preoccuparsi seriamente, invece di lasciar passare altro tempo.

> Per quello che ci riguarda come NA credo sia necessario conoscere
> l'opinione di IAT/CNR sulla materia e capire in prima istanza - aldila' di
> eventuali obblighi di legge - se preferisca demandare le regole alla
> paventata Commissione Nazionale o alla Naming Authority Italiana in virtu'
> delle responsibilita' assunte nei confronti di IANA/ICANN nel ruolo di
> 'designated manager del TLD'.

Mi associo alla richiesta. E` stata posta, ritengo, all'interfaccia
competente, ed e` una domanda ben definita. Magari non e` facile rispondere,
ma non si puo` dire che la questione sia mal posta...

Cordiali saluti

Elio Tondo
XTREME-MNT



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe