Registrazione dominio.

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Lun 5 Feb 2001 18:47:14 CET


On Mon, 5 Feb 2001 11:40:05 +0100

> Hai perfettamente ragione ma si potrebbe essere educati e contro una certa
> amministrazione anche in modo regolare esempio facendo passare solo le
> notizie di comodo.

senza mettere un link al sito ufficiale del comune? Se io fossi un
saggio (cosa che evito accuratamente di fare ...) lo considererei
comunque passibile di riassegnazione, visto che tra le definizioni di
"malafede" trovo

c) La circostanza che il nome a dominio sia stato registrato dal
resistente con lo scopo primario di danneggiare gli affari di un
concorrente o usurpare nome e cognome del ricorrente;

d) La circostanza che, nell'uso del nome a dominio, esso sia
stato intenzionalmente utilizzato per attrarre, a scopo di trarne
profitto, utenti di Internet creando motivi di confusione con il
marchio del ricorrente.


> Mi sembra che tutti possono fare tutto e tutti possono fare niente.
> Al contrario se una tale ditta vuole avere il propio nome associato al
> geografico non puņ farlo se non andando dal registratore del dominio stesso.
> esempio fiat.torino.it. Essendo torino.it dominio geografico lo puņ fare ma
> se prendiamo Melfi? si puņ registrare fiat.melfi.it?

direi che deve registrare fiat.melfi.pz.it .
Da un punto di vista teorico, si potrebbe pensare a un sistema che
permetta a chi ha registrato melfi.it (o un qualunque dominio a livello 2,
pensiamo alle grausate tipo boutique.it) di dare dominii di terzo livello
permettendo alla RA di avere un "controllo" simile a quello che puo` avere
per i dominii a secondo livello. Non so quanto la cosa sia fattibile in
pratica, pero`.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe