Soluzione a " C'č un buco nelle regole di naming..."

Daniele Vannozzi Daniele.Vannozzi a IAT.CNR.IT
Mer 7 Feb 2001 16:52:46 CET


Fabrizio,
concordo pienamente con la tua soluzione e con il fatto che "non c'e'
il buco".
Aggiungo solo che la gestione delle contestazioni non e' banale e
richiede una grossa dose di attenzione da parte di tutti gli attori
coinvolti (RA, colui che ha richiesto la contestazione, MNT di "colui
che ha richiesto la contestazione") al fine di rimanere all'interno
dei tempi previsti (30 gg).
Saluti,

                Daniele Vannozzi

FABRIZIO BEDARIDA wrote:
>
> Nel caso di rinuncia dell'assegnatario del dominio contestato č vero che la
> "contestazione" si considera risolta, ma questo non comporta nč
> l'automatica assegnazione al contestante nč l'immediata possibilitā per
> tutti di registrare il dominio oggetto della contestazione.
> Infatti, risolta la contestazione nel caso in esame la RA invita il
> contestante a registrare il dominio riservandogli un periodo di tempo di
> trenta giorni.
> Entro detto periodo la registrazione č quindi a lui (e solo a lui) riservata.
> Il dominio diventerā nuovamente disponibile solo se in detto termine il
> contestante non procederā con la richiesta di registrazione.
>
> Per maggior chiarezza riporto qui di seguito in estratto le parti rilevanti
> delle regole:
>
> 14.4 Contestazione Risolta
>
> La RA considera una contestazione come risolta nel momento in cui
>
> ........
>  5. la precedente assegnataria dell'oggetto contestato rinuncia alla sua
>     assegnazione;
>  .......
>
> 14.5 Effetti della risoluzione della contestazione.
>
> Risolta la contestazione ai sensi del precedente articolo 14.4, la RA:
>
>  a - se la risoluzione e' avvenuta
>      *.........
>
>  b - se la risoluzione e' avvenuta
>      * ........
>
>      * in base al punto "5" del precedente articolo 14.4 ,
>      allora la RA rimuove dal RNA l'assegnazione del nome a dominio
> contestato.
>
> 14.6 Riassegnazione del nome a dominio contestato e rimosso
>
> Nei casi previsto al punto "b" dal precedente articolo 14.5, la
> rimozione del nome a dominio sotto contestazione non ne comporta la
> automatica assegnazione alla parte che ha iniziato la contestazione.
>
> Risolta la contestazione, la RA non rende disponibile il nome a dominio
> contestato per libera assegnazione per almeno 30 giorni. La RA deve
> inoltre invitare, non oltre 10 giorni lavorativi dalla risoluzione della
> contestazione, la parte che ha iniziato la contestazione ad iniziare la
> normale procedura per l'assegnazione del nome a dominio. Se la procedura
> per l'assegnazione non viene iniziata entro 30 giorni dal momento in cui
> la contestazione e' stata risolta, il nome a dominio puo' essere
> nuovamente assegnato dalla RA a chiunque ne faccia richiesta.
>
> Cordiali saluti
> Dr. Fabrizio Bedarida

--
-----                                                       -----
Daniele Vannozzi                  Phone:  +39 050 3152084
IAT - CNR Institute               Fax:    +39 050 3152593
Via Alfieri, 1 (Loc. San Cataldo)
56010 Ghezzano                           E-mail:
(Pisa) - Italy                    Daniele.Vannozzi a iat.cnr.it
-----                                                       -----



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe