Proposta COESIN

Enzo Fogliani efogliani a SRD.IT
Mer 7 Feb 2001 19:56:19 CET


Massimo Maresca ha scritto:
>
> Cari membri della lista,
> vorrei comunicarvi che Coesin ha sottoposto una proposta alla Presidenza
> del Consiglio sul tema dei nomi a dominio, in seguito alla giornata di
> lavoro del 6 novembre e ad un successivo incontro con Allocchio e
> Denoth.

Ho letto con attenzione la proposta presentata dal COESIN alla
Presidenza del Consiglio. Mi sembra che indubbiamente abbia il pregio di
essere molto piu' equilibrata rispetto a quanto attualmente in
discussione in parlamento.

Mi permetto pero' un'osservazione squisitamente giuridica, ma di
importanza basilare per la credibilita' della proposta. (A proposito,
trovo curioso il fatto che, se non sbaglio, nel COESIN non siano stato
chiamati giuristi, magistrati o avvocati, nonostante si parli
addirittura di procedimenti alternativi al ricorso alla magistratura...
Fra le AutoritÓ -2- ed i Ministeri -5- chiamati a designare gli esperti
non avrei visto male anche il Ministero di grazia e giustizia)

Il punto 2.b. si propone di sottoporre "al riconoscimento formale dello
Stato" "le procedure alternative rispetto al ricorso alla giustizia
ordinaria per la soluzione delle controversie riguardanti i nomi a
dominio".

Il che, a mio sommesso avviso, pone problemi addirittura a livello
costituzionale. Gli attuali strumenti (come MAP e arbitrato) sono
infatti frutto dell'autonomia privata e sono perfettamente legittimi in
tale ambito (ed infatti Internet in Italia si Ŕ finora basata
sull'autonomia privata).

Nel momento in cui e' invece lo Stato a predisporre "procedimenti
alternativi alla giustizia ordinaria", altro non fa che creare di fatto
un giudice speciale per le controversie relative ai nomi a dominio; con
cio' infrangendo l'art. 102, II comma della costituzione, che vieta
appunto l'istituzione di giudici speciali.

Non vedo quindi come lo Stato possa legittimare strumenti alternativi al
ricorso alla magistratura e soprattutto "vigilare sull'utilizzazione e
sull'efficacia delle suddette procedure" senza violare la costituzione.

Detti strumenti nel nostro paese nascono nell'ambito dell'autonomia
privata e tali non possono che rimanere, per non violare i principi
cardine su cui si basa il nostro ordinamento.

Cordiali saluti,

    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe