Re: Enti conduttori e incompatibilitÓ

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Ven 9 Feb 2001 23:04:20 CET


Commento il msg di L.Sergi

> [zip zip (a malincuore) ]
>...
> Cosa? ah, si la norma dice: il ricorrente deve specificare il provvedimento
> richiesto all'Ente Conduttore ... beh c'Ŕ la scelta tra la riassegnazione,
> la Riassegnazione e la ri-assegnazione ... ma le norme sono chiare, non c'Ŕ
> bisogno delle interpretazioni dei vostri celebri giuristi, abbiamo un CE
> che si intende *di tutto* dentro il quale non vi vogliamo e non vi vorremo mai.
>

Il problema e' che il CE e' spesso affetto da quello che ho spesso definito in
lista come la "sindrome da caporale" in cui talvolta (credo dipenda dalla
provenienza) anche una emerita cavolata viene difesa contro ogni possibile
evidenza.  Per difendersi da queste inconvenienti putroppo lo statuto corrente
non lascia altre possibilita' che rinnovare il CE perche' se fosse invece
possibile da parte della assemblea prendere decisioni in positivo e
direttamente probabilmente ci sarebbero molti meno problemi.
In un mio prossimo messaggio commentero' in maggior dettaglio il recente
comportamento del CE e credo che dovro' essere piuttosto rude...

> Ah, si ... ecco ... il CE ha stabilito che siete troppo lenti
> nell'esprimere un verdetto.
> I tecnici hanno stabilito che per aumentare la vostra efficenza dovete
> operare alla temperatura di esercizio di - 273░ .
> In questo modo da Enti Conduttori diventate Enti Superconduttori, con ovvio
> aumento delle prestazioni!
>
Please... -273.15 Celsius  oppure 0 Kelvin.... Mannaggia ma voi degli Enti
conduttori non ne dite una giusta... :-)

> Che bello avere un CE di soli tecnici! ;-)
>
A dir la verita' mi sembra che i "tecnici", visto l'andazzo, abbiano preferito
farsi da parte....

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe