R: Verbale riunione del CE del 6 febbraio 2001

Ignazio Guerrieri iguerrieri a PRONET.IT
Lun 12 Feb 2001 16:15:27 CET


Pierfranco Bini ha scritto:

zip zip
>E allora se sei d'accordo perche' scrivi un messaggio come questo? E quali
>sono le posizioni superficiali?
>
>Giorgio parliamoci chiaro: tu hai ufficialmente richiesto una riunione che
>di fatto pone termine a questo CE. L'adesione avuta su ITA-PE conferma che
>la volonta' della lista e' quella di cambiare la situazione attuale: ora
noi
>avremmo potuto votare tranquillamente le proposte all'OdG ma, guarda caso,
>nessuno di quelli che aveva inviato proposte era li' a presentarle.
>
>Immaginati tu se una riunione con due rappresentanti della RA (IAT-CNR) e
la
>direttrice (GARR), con il sottoscritto come unico rappresentante di enti
>privati, avrebbe mai potuto prendere una qualche decisione importante...
sai
>benissimo come sarebbe stata vista in lista, indipendentemente dal
>contenuto. Ora, a me personalmente di alcuni commenti aprioristici che si
>vedono in lista non potrebbe interessare di meno,  ma sono stato eletto nel
>CE, che e' un organo di rappresentanza, non solo per fare di testa mia, ma
>anche per interpretare quello che mi sembra essere l'umore di chi mi ha
>presumibilmente votato.
>In lista c'e' stato chi si e' chiesto il senso di una riunione del CE a
>questo punto, e poi arrivi tu e dici che non solo dovevamo riunirci, ma
>dovevamo prendere delle decisioni in quattro?

Pierfranco, le tue argomentazioni (riguardo l'inopportunita' che un CE
dimezzato prendesse comunque delle decisioni sulle questioni poste all'OdG)
sono seriamente motivate e degne del massimo rispetto: e' chiaro poi che si
tratta di situazioni in cui "come fai sbagli". Hai anche ragione quando ti
chiedi quali reazioni ci sarebbero state in lista se il CE avesse
effettivamente deliberato.
Non ho quindi alcuna intenzione di criticarvi per aver rinviato ogni vs.
decisione.
Detto questo, e' pero' mia modesta e personalissima opinione che -  come
gia' ha detto Maurizio - gli assenti hanno sempre torto, e che se il CE
aveva (come aveva) i numeri per operare regolarmente, avrebbe dovuto agire
di conseguenza.
Se infatti non avesse condiviso le decisioni prese, l'assemblea (anziche'
prendersela con quello sparuto gruppo di membri del CE che, votando secondo
coscienza, avrebbe semplicemente fatto il proprio dovere), si sarebbe
piuttosto dovuta interrogare sui motivi di tante assenze, in occasione di
una riunione in cui tante proposte dovevano essere discusse.

>Da che mondo e' mondo  (in Italia no, ma questa e' un'altra storia...)
>quando un organo rappresentativo e' delegittimato nelle sue funzioni di
>rappresentanza, si dimette o viene revocato, ma non si mette di certo a
>prendere decisioni, soprattutto se non c'e una reale urgenza.
>
ripeto, non e' facile darti torto, e il vs. stato d'animo e' piu' che
comprensibile.
pero' forse in un momento come questo un CE ancora in grado di prendere
delle decisioni (popolari o impopolari che fossero), avrebbe in qualche modo
contribuito a ridimensionare (sia pure in minima parte) l'attuale stato
confusionale della NA; e' soltanto il mio pensiero, ovviamente.
a questo punto e' comunque chiaro che l'assemblea deve essere convocata
immediatamente (rispettati i tempi tecnici per la convocazione), e che non
si puo' aspettare un solo attimo in piu'.
con stima e cordialita'
Ignazio Guerrieri
----------------------------------------------------------
Avv. Ignazio Guerrieri
Via G. Nicotera, 29
00195 - ROMA
E-Mail: iguerrieri a pronet.it
Tel.: +39-06-3217708;  Fax: +39-06-3223335



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe