R: R: Verbale riunione del CE del 6 febbraio 2001

Pierfranco Bini bini a ITALIANWEB.IT
Mar 13 Feb 2001 16:26:11 CET


[zip]
> Era e rimane doveroso, in una norma, fare chiarezza e a maggior ragione su
> una questione che impatta i terzi.  Anche e solo per questo motivo sarebbe
> stato opportuno decidere, in verso o nell'altro, ma decidere.
[zip]
> Intendiamoci, le decisioni del CE sono soggette a possibile veto quindi la
> completezza del CE non e' un elemento determinante per definire se una
> decisione e' opportuna o meno, quanto invece l'oggetto e la decisione in
se
> stessa.
> Anche in questo caso penso si veda chiaramente una certa propensione a
> considerare l'operato del CE come 'ineccepibile' e quindi che non sia
> particolarmente il caso di farlo sottoporre a giudizio.
Certo, potendo decidere serenamente lo avremmo fatto. Ma sai cosa sarebbe
successo se fosse passata una decisione presentabile in lista come "la RA ha
approfittatto dell'esiguo numero per far passare la propria posizione"?
Bada bene, so benissimo che c'e' il veto e che gli assenti hanno sempre
torto, ma che gusto c'e' nell'esasperare delle situazioni gia' forzate ben
oltre il realistico?
Io non considero l'operato del CE ineccepibile, ma non voglio essere
facilone.
Se questo e' non volersi sottoporre a giudizio, allora hai ragione tu.

[zip]
> Per fare un
> esempio.... se ad una proposta 'formale' non viene data una risposta nei
> tempi da statuto... cosa succede ?.... Ve lo dico io.... nulla di
serio....
> (please evitate di dirmi che si puo' cambiare il CE perche' ,oltre ad
essere un
> modo troppo drastico per i miei gusti... non e' successo nemmeno in
> presenza di palesi violazioni...)
Eppure ci siamo presi dei formalisti solo perche' abbiamo voluto evitare la
situazione da te esemplificata: le "palesi violazioni" come la chiami tu
possono essere sanzionate dal presidente.
Preferisci altri metodi? Il ritornello e' sempre lo stesso: proponi.
Se fai una proposta al CE (visto che non intendi farne parte), e il CE la
boccia in modo assurdo, basta che la lista rumoreggi abbastanza da indurre
il presidente a vetare.
Non sara' il massimo ma e' un meccanismo che funziona: sono sempre state le
proposte ad essere latenti.

> I motivi principali per cui ho aperto la mozione della assemblea erano
piu'
> rivolti a fare chiarezza sugli obiettivi e gli intendimenti della NA nel
breve e
> nel medio termine sia lato regole che lato statuto/struttura stessa della
NA
> sopratutto in virtu' dell'aria di 'smobilitazione' che circola...Che poi
il CE sia
> poco coeso e' lampante e se potesse servire a fare chiarezza non avrei
> problemi a fare una assemblea meno 'formale'  in cui si parla dei soli
obiettivi
> senza dover far fronte agli impegni delle assemblee 'standard' quali
> l'ammisione, le elezioni etc..
Come hai visto dalla mia adesione, io sono ben contento che si rifaccia il
CE, perche' e' chiaro che questo non funziona piu' come dovrebbe.
Come hai visto dai messaggi successivi, vorrei che proprio che ci si
indirizzasse in linea di principio: ma non ho avuto molto seguito.

> > Immaginati tu se una riunione con due rappresentanti della RA (IAT-CNR)
e la
> > direttrice (GARR), con il sottoscritto come unico rappresentante di enti
> > privati, avrebbe mai potuto prendere una qualche decisione importante...
sai
> > benissimo come sarebbe stata vista in lista, indipendentemente dal
> > contenuto.
>
> Ehi, non mi si vorra' dire che c'e' pure la presunzione di voler prendere
> solo le decisioni importanti?
> Se ritieni che la lista giudichi una decisione indipendentemente dal
> contenuto credo tu stia in qualche modo trattandoci un po' da poveri
> fessacchiotti, il che e' una scelta tua che prendo per quella che e' ma
che
> certo non condivido.
La modifica delle regole di naming non e' una cosa importante per te?
Per favore non farmi dire cose che non dico ne' penso: il senso del mio
messaggio (ed e' scritto in italiano sufficientemente corretto) e'
esattamente quello del largo consenso a cui fai riferimento tu.
Io non do del fessacchiotto a nessuno, semmai questo e' il comportamento di
uno che mette in bocca agli altri delle assurdita'....


> Se un CE non decide, noi non si puo' fare altro che cambiare CE per
> ottenere un 'qualcosa' (le decisioni appunto) su cui poi esprimere la
nostra
> opinione con il veto.
Spiegami bene il modello che hai in mente: il CE fa proposte a raffica che
la lista puo' fare passare o meno? A me sembra che il CE debba invece
interpretare la volonta' della lista e che il veto sia il metodo con cui il
presidente puo'/deve impedire che il CE, colto da raptus collettivo, se ne
esca con delle follie.
Una prospettiva decisamente diversa.
Non dico che la mia sia quella giusta, ma se si parlasse di questo sarebbe
gia' un progresso...

> Mi ripeto, la struttura con il CE ha retto fintanto che non ci sono state
> pressioni 'forti', alle prime vere difficolta' si sta rivelando per quella
che e'
> ovvero incapace di assumere il rischio/responsabilita' delle decisioni su
pochi.
No, la struttura di questo CE si e' crepata dall'interno, tanto che i
precedenti sono andati avanti sia pure a scossoni.
Ti do atto che certe decisioni siano state eccessivamente prudenti, in
termini di tempo, ma altre sono state sciaguratamente affrettate, tipo
quella del 15/12/99.
Nessuno e' perfetto, ma ci si prova, senza stare sempre li' a criticare e
basta.

[zip]
> Cosa intendi per 'delegittimato' ? Sono tutte persone che hanno avuto il
voto
> dei membri NA allo scopo di farne parte...Che ci possano essere contrasti,
e'
> fisiologico - anzi mi spaventerebbe di piu' un CE 'bulgaro' in cui sono
tutti
> sempre d'accordo - ma se questi contrasti portano il CE a non fare cio'
per
> cui esiste allora i problema e' proprio di interpretazione dei ruoli.
Intendo che e' mutilato dalle dimissioni di Bruno, con una situazione di
conflitto interno non sanabile (a quanto mi risulta) e condannato dalla
scadenza di mandato.
Penso che la maggior parte delle adesioni alla tua mozione siano motivate
dalla volonta' di risanare la cosa: altrimenti non capirei il totale
disinteresse verso le cose importanti che deve fare la NA, cioe' le regole.
Un problema di interpretazione dei ruoli sembra davvero esistere: spero se
ne parli a lungo prima della prossima riunione.

> Non ho problemi a chiedere opinioni alla lista... e forse le risposte
potrebbero
> riservare qualche sorpresa qualora fosse possibile poterle fornire con la
> opportuna serenita'... con una certezza 'strutturale' che possano essere
> davvero prese in considerazione. Ma questo e' un discorso che risale a
molto
> tempo fa...
Cosa vuol dire? Che la lista non si esprime perche' tanto non viene presa in
considerazione? Ma dici sul serio? Adesso mi sembra che stia facendo passare
noi della NA per fatalisti-pessimisti.

 > > > Credo che diventi indispensabile aggiungere all'odg della assemblea
> > > 'anticipata'  (ammesso che poi si faccia) un punto che stabilisca una
> > > modifica allo statuto (numeri permettendo) tale che sia possibile
prendere
> > > decisioni sulle regole direttamente da parte dei membri della NA (ad
> > esempio
> > > con un poll via email diretto ai singoli membri) per evitare le
situazioni
> > a dir
> > > poco incresciose come la riunione in oggetto.
>
> > Guarda che basta molto meno: basta che non ci sia all'orizzonte
> un'assemblea
> > della NA, e che le assenze dal CE non siano "tattiche".
>
> Adesso non sara mica pure colpa nostra?
Non vuoi proprio capire eh? Un CE non mutilato e con piu' di un mese di vita
riuscirebbe decisamente a fare qualcosa di piu'... o ti sembra tanto
strano??

> > Per quanto riguarda la possibilita' di far decidere alla lista guarda tu
> > stesso: ho iniziato tre threads di discussione per cercare di avere il
polso
> > della lista su questioni concrete e non critiche di aria fritta contro
> > questo o quest'altro, ed il risultato netto e' stata una risposta di
> > Cotroneo ed una di Piarulli.
> >
>
> In tutta onesta', se non si da' alla lista una sorta di certezza
'strutturale' (una
> sorta di conta organizzata) diventa difficile sperare/pretendere che ci
siano
> motivazioni sufficienti per un contributo sopratutto da coloro i quali
sono in
> prevalenza in 'solo ascolto'.


Vuoi uno strumento decisionale diretto in mano alla NA? Candidati alla
prossima TF, proponilo a Caruso, fai qualcosa, insomma, ma non credere che
sia cosi' facile decidere in duecento...


[zip]
> Che ci sia bisogno di serieta' e' indubbio, il decisionismo - volenti o
nolenti -
> e' purtroppo un male necessario della struttura corrente con il CE.
> Preferirei di gran lunga che le decisioni fossero 'dirette' e ponderate da
tutta
> la NA. Ma ottenere cio' stando nel CE e non prendendo decisioni e' una
> forzatura 'tecnica' ed una sorta di uso strumentale del ruolo che non mi
> appartiene.
Comincia a candidarti, dico sul serio, poi prima di essere cosi' sfiduciato,
prova a proporre qualcosa.
Finche' non ci si prova non si puo' mai sapere....

Cordialita',

Pierfranco Bini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe