R: Beh, chi si candidera`?

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Gio 15 Feb 2001 22:15:41 CET


On 15 Feb 2001, at 18:00, Davide Repetto wrote:
zip zip zip
> (Scrivo quello che segue anche in qualita' di consigliere
> di Assoprovider. Lo chiarisco subito, prima che mi si
> accusi di fare pubblicita' occulta all'associazione...)
> Stamane a Roma, durante la manifestazione di cui e' stato
> dato annuncio in questa lista, si e' avuto modo di tessere
> qualche trama, con lo scopo di riportare nei ranghi
> il legislatore.

Ciao Davide ci si ritrova con piacere. Sai bene quanti dubbi abbia
nei confronti delle Associazioni dei provider dove la maggioranza
posta nelle liste email in HTML e file di 2 Mb per la firma :))
Figurati i politici poi che vogliono regolamentare i nomi a dominio
Internet in Italia :)))
In realta' se avrai la pazienza di leggere gli archivi di ITA-PE noterai
che spesso il Comitato Esecutivo anzi io per la precisione, ho
esortato il nostro Presidente, che come sai ha avuto la delega
dall'Assemblea a trattare con il Governo, a darci informazioni sullo
stato dei contatti in modo da poter dare qualche contributo di idee
o di fatti.
Purtroppo la mia esortazione a piu' riprese e' stata ignorata ed anzi
sono state intraprese azioni dal nostro Presidente senza neppure
informare preventivamente l'assemblea.
La crisi a cui siamo giunti deriva da una Direttrice del CE "statica"
(cioe' immobile e dello Stato :)) ed un Presidente che ha gestito a
modo suo il grave momento che stiamo attraversando (disegno di
legge). Non si tratta di inutili battibecchi da poco conto ma di veri
problemi che necessitano di una urgente soluzione.
Mi sono attivato da tempo nei confronti dei politici che si stanno
occupando del disegno di legge ammazza dominii e con disgusto
ho visto che non solo la Naming Authority non aveva fatto alcun
intervento mirato e finalizzato a mantere il potere che ha, ma anzi
aveva fornito proposte e commenti che hanno creato nei politici
l'idea che la Naming Authority sia una delle tante associazioni di
utenti presenti in Italia.
Questo senza che MAI il Presidente o la Direttrice del CE
proponessero alcuna azione al Comitato Esecutivo o all'Assemblea.
Persino la modifica dello statuto reputata urgente e' stata bloccata
con una motivazione che io ho scoperto in quanto confessata direi
candidamente dal vice presidente durante una riunione del CE:
stiamo attendendo di vedere cosa decide il Parlamento.
Cioe' suicidio in massa.
Odio e sono contrario allo sfruttamento commerciale della rete ma
non posso ignorare che oggi ci sono aziende che operano sulla
rete ed hanno fatturati ragguardevoli e non vengono affatto tutelati
dagli attuali delegati della Naming Authority (io in testa
naturalmente). Mentre io posso scusarmi dicendo che ce l'ho
messa davvero tutta ma finora non sono riuscito a smuovere i
gommosi atteggiamenti di alcuni (ma non di tutti!) adesso siamo in
trepidante attesa di una convocazione di assemblea che urge
anche se ancora non arriva nella mia casella di posta.
Quindi sia chiaro che siamo in crisi non perche' desideriamo
litigare stupidamente ma per la situazione in cui la NA versa senza
che il timoniere faccia la minima manovra per salvare la nave (forse
e' gia' daccordo con gli assicuratori :))))
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe