Dilemma

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Sab 24 Feb 2001 00:39:30 CET


Anche se ritengo di essere perfettamente in grado di sbagliare da solo penso
di aver bisogno di un vs.parere per chiarirmi alcune priorita':

Credo di aver qualche (ritengo) possibilita' di poter far mettere in agenda (e
forse anche in discussione specifica) la nostra situazione al meeting di
ICANN che iniziera'  il 13 marzo a Melbourne.
Cio' potrebbe rendere evidente il problema anche ad occhi ancora piu' esterni
di eventuali occhi italiani che,questi ultimi, per quanto indipendenti possano
essere, rischiano sempre in varia misura di essere tacciati di un qualche
'interesse'...
Il problema e' che facendo questo temo che l'intero sistema Internet italiano
(se cosi' lo si vuole chiamare) possa venire apostrofato con termini che
rischiano di spaziare tranquillamente dal 'ridicolo' al 'patetico' e l'immagine
'Italia' (dal punto di vista 'internet' ) nel suo complesso potrebbe
probabilmente soffrirne in maniera sensibile...
Secondo un mio personale senso di responsabilita' sarei tentato di
trattenermi nel farlo ma una sorta di avversione naturale per qualunque
ambito decisionale che non si curi di almeno 'sentire' le voci degli 'interessati'
essendone, di tali 'interessati', i rappresentanti, mi spingerebbe ad essere
piu' determinato.
Capisco che possa sembrare un problema prettamente personale ma per
me, come singolo, il dilemma non e' da poco....
Avevo gia' espresso questa possibilita' ma come 'ultima ratio' e gli eventi
recentissimi non fanno che spingermi ulteriormente nella direzione di cercare
di rendere la cosa visibile in ambito allargato (ove per allargato intendo world-
wide)
Ho gia' espresso questa possibilita' in lista nella speranza che chi ha un
certo seguito negli ambienti opportuni (che quasi sicuramente ed
indirettamente 'osservano' i lavori) potesse far presente un certo tipo di
rischio reale.
Sembra pero' non ci sia disponibilita' al dialogo o forse questo 'dialogo' e'
troppo mediato. Sto facendo appello ad una sorta di personale orgoglio 'Italia'
ma e' davvero l'ultimo fragile baluardo.
Dovro' decidere cosa fare in veramente pochi giorni (un paio forse)
Attendo consigli spassionati, in via privata e non.

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe