modifica art. 16.6 reg. naming

Tullio Andreatta tullio a LOGICOM.IT
Lun 2 Lug 2001 16:50:14 CEST


<mcr a mcr-ricerche.it>:
>Non riesco a comprendere la necessita della sussistenza di entrambi i
>requisiti richiesti dall'art. 16.6 delle regole di naming lett c): se,
>infatti, un domain name č stato registrato in mala fede, ossia in caso di
>manifesto accaparramento indebito del nome altrui, l'utilizzazione del
>domain name non puņ certo porre rimedio a tale situazione e fornire un
>titolo a chi non lo possedeva al momento della regsitrazione.

Il problema e' che un dominio non e' un marchio - e' qualcosa di meno, o
di piu', o di diverso, a seconda di come lo si guarda. E' quindi possibile
che un nome a dominio sia utilizzato da qualcuno che, pur non avendo "alcun
diritto o titolo" da cui discenda che lo potrebbe registrare o contestare,
in effetti lo ha fatto e lo usa, per scopi che non sono "accaparramento del
nome altrui".

Emblematico il caso di findus.com, registrato da due signori svedesi per
costruire un motore di ricerca (find-us = trovaci) e negato alla Findus
proprio in quanto i due hanno provato che il dominio non era stato
registrato per accaparrarsi un marchio famoso, ma per un uso legittimo;
da cui discende proprio che, per quanto concerne i nomi a dominio,

"l'utilizzazione del domain name" *PUO'* "fornire un titolo a chi non lo
possedeva al momento della  registrazione"

...
Saluti.


--
Tullio Andreatta
Logicom S.r.l. (Gruppo Finmatica) http://www.logicom.it/
Sede operativa:  Via Vergnano, 2 - I-25100 Brescia ITALY



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe