richiesta info

Giorgio Plazzotta plazzotta a TISCALINET.IT
Lun 16 Lug 2001 10:31:27 CEST


Salve,
sono il Presidente di una Associazione Culturale che gestisce alcuni siti internet completamente no-profit dedicati esclusivamente ad argomenti culturali. Si tratta di pubblicazioni che sono attive da un certo numero di anni (dal 1997), che sono frequentate da migliaia di persone ogni mese, che rivestono un notevole interesse culturale in quanto mettono in contatto gli emigrati di due regioni italiane (Sardegna e Carnia) con le loro terre di origine e che hanno ricevuto numerose attestazioni da parte (oltre che dei visitatori) della stampa specializzata.
Alcuni giorni fa ho notato con rammarico che qualcuno ha registrato ed utilizza il nome a dominio isolasarda.it mentre il sito regionale che la nostra associazione gestisce si chiama isolasarda.com. Si tratta di un nome che ritengo originale e che ho appositamente scelto nel 1997 in modo che non si confondesse con alcun altro nome di dominio esistente in rete. A mio parere, pur non essendo un esperto in materia giuridica, si tratta di una operazione ambigua e probabilmente truffaldina operata da chi ha registrato un nome a dominio avente esattamente lo stesso nome di un altro sito. La mia sorpresa deriva anche dal fatto che la nostra associazione non dispone di alcun finanziamento e sviluppa le prorie iniziative in rete collezionando contributi spontanei da parte dei redattori e dei tecnici. Per questo motivo non ci siamo potuti permettere di registrare tutti i nomi di dominio inerenti i nostri interessi come di solito fanno le attività commerciali, ed allo stesso modo non potremmo ne' pagare un ricattatorio accordo con la parte resistente e neanche affrontare costose spese legali.  Riteniamo pero' di avere diritto a vedere tutelato perlomeno il nostro nome dominio principale, che è un nome originale. Come è facile immaginare l'esistenza di un sito con un nome di dominio identico sta creando confusione nei visitatori e danneggia la nostra immagine anche perche' il sito in questione contiene solo poche pagine di scarsa qualità.
Vi scrivo questo messaggio dopo avere letto nel regolamento l'esistenza di una procedura per la riassegnazione del nome di dominio contestato.
A questo proposito, visto che le regole contenute nel documento sono ovviamene piuttosto generali e si riferiscono soprattutto alla tutela di entità commerciali depositarie di un vero e proprio marchio, vorrei avere da voi un parere circa la possibilità, nel caso da me esposto nella presente, di ottenere con sucesso la riassegnazione del nome dominio ed anche un'indicazione un po' piu' dettagliata riguardante i costi legali della causa di arbitrato qualora dovessi portare avanti la procedura e riuscissi soccombente. Vi prego di dare risposta a questa mia.

Cordiali saluti

Giorgio Plazzotta
Presidente Associazione culturale Ciberterra
Responsabile dei siti internet
Isola Sarda http://www.isolasarda.com
Cjargne Online http://www.cjargne.it


-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://listsrv.nic.it/pipermail/ita-pe/attachments/20010716/8f6e2529/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe