OKKIO: dai lavori di Camera e Senato.

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Mar 17 Lug 2001 23:33:10 CEST


Commento ad A.Ranellucci:
>
>     1. I responsabili dei motori di telecomunicazione, i portali WEB, i
> provider, i gestori dei server e tutti gli operatori di telecomunicazione
> sono obbligati a conservare i file di accesso al logo per almeno dieci anni.
>...
> [omissis]
>...
>
>  Come si concilia con il D.L. 171/1998 sulla privacy, secondo il quale i log
> vanno cancellati subito dopo che cessa la loro finalita' tecnica?
>

Non si concilia, infatti e' uno dei punti che va perlomeno 'armonizzato' con il
trattamento che viene fatto dei tabulati Telecom ad esempio....
Se non mi sbaglio in lista c'e' qualcuno del Garante della tutela dei dati
personali... mi perdoni se non ricordo il nome ma al momento opportuno e'
sicuramente una cosa da far rilevare agli estensori della proposta.

>  Non mi e' chiaro se al momento la normativa prevede particolari trattamenti
> dei log nei servizi telematici che non siano la fornitura d'accesso.
>

Ritengo ricadano nell'ambito di cui sopra e gia' coperti dalla attuale legge
sulla privacy perlomeno quando possono far risalire a dati sensibili (religione,
abitudini sessuali, informazioni sanitarie etc...) Non so se lo fanno ancora
ma se non sbaglio Libero traccia a puri fini statistici (per poi di fatto
sommarizare informazioni utili per il marketing) cio' che il navigatore visita.
E' una delle clausole con cui si accetta la fornitura gratuita dell'accesso.

Credo pero' che la maggiore preoccupazione che traspare nel testo e' quella
di poter risalire - con  il massimo dello scrupolo possibile -  in caso di evento
'criminoso' a colui che lo commette od almeno da dove lo sta commettendo.
Credo che in certi casi alcuni provider 'leggeri' abbiano di fatto vanificato ogni
sforzo non attivando del tutto i log ....o non conservandoli sufficientemente a
lungo. (che non significa 10 anni ma nemmeno cancellarli con un cron alle
8.00 della mattina tutti giorni)

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe