Risposta: Re: cognomi e domini

Alessandro Del Ninno ADelninno a TONUCCI.IT
Mer 18 Lug 2001 19:10:20 CEST


Resta il fatto che l'avente diritto deve affrontare le spese (della procedura di riassegnazione ad esempio) e le lungaggini giudiziarie per ripetere le somme esborsate nel caso di riconoscimento dei suoi diritti!

Ciao





Avv. Alessandro del Ninno
Studio Legale Tonucci
Via Principessa Clotilde n. 7
00196 ROMA
Tel +39 06 3622708
Fax +39 06 3622750
e-mail adelninno a tonucci.it
http://www.tonucci.it

Studio Legale Tonucci
Rome - Milan - Prato - Padua - Paris
New York - Tirana - Bucharest
http://www.tonucci.it

>>> Claudio Allocchio <Claudio.Allocchio a garr.it> 18/07/01 20.02.36 >>>
> Vorrei segnalarVi un comportamento quantomeno scorretto di un azienda (isp ?)
> italiana che ha registrato alcune centinaia di domini corispondenti a cognomi
> italiani ed ora li pone in vendita

Non e' certamente il solo... vi sono altri soggetti che si sono
comportati allo stesso modo.

> Non so se questo comportamento sia sanzionabile a norma di legge o del regolamento
> della naming autority tuttavia ho deciso di segnalarveLo comunque.

Chi registra un nome a dominio dichiara sotto pa propria responsabilita'
di "aver il diritto all'uso di tale nome". Se quindi poi si rivela, di
fronte alla magistratura o ad un Arbitro o ad un Ente Conduttore di
procedura di riassegnazione, che questo diritto non sussiste, il nome a
dominio verra' tolto a chi lo aveva registrato senza diritti.

Il tutto parte quando chi si ritiene "danneggiato" inizia una delle
procedure indicate.

Buon Lavoro!
Claudio Allocchio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe