Risposta: revoca d'ufficio di un dominio.

Alessandro Del Ninno ADelninno a TONUCCI.IT
Mer 25 Lug 2001 16:15:50 CEST


In attesa della risposta ufficiale del Presidente, prendo spunto da questo ultimo messaggio per segnalare che forse sarebbe il caso di modificare l'art. 11.2 terzo comma delle Regole di Naming, che sempre più spesso è oggetto di confusione interpretativa da parte degli utenti, che collegano il requisito della non visibilità/raggiungibilità (presupposto della revoca d'ufficio) ad un sito web invece che al nome a dominio.

Buon lavoro a tutti.


Avv. Alessandro del Ninno
Studio Legale Tonucci
Via Principessa Clotilde n. 7
00196 ROMA
Tel +39 06 3622708
Fax +39 06 3622750
e-mail adelninno a tonucci.it
http://www.tonucci.it

Studio Legale Tonucci
Rome - Milan - Prato - Padua - Paris
New York - Tirana - Bucharest
http://www.tonucci.it

>>> "Ambient Studio" <ambientstudio a inwind.it> 25/07/01 15.44.53 >>>
Mi chiamo Campagnola Giuliano e opero come webmaster indipendente:
Un mio cliente,il signor Raniero Michetti che si occupa di arredamento con la ragione sociale Michetti s.a.s. voleva utilizzare per il sito comissionatomi, se non che tale dominio risulta occupato dalla azienda Barilla alimentare s.p.a. a nome di Franco Guariglia ( e-mail f.guariglia a barilla.it  nic hdl: FG2618-ITNIC ) evidentemente per poterlo usare in futuro in campagne relative al prodotto "i Michetti" commercializzato come sostituitivo del pane. di fatto attualmente il dominio non è ospitato da alcun server e giace del tutto inutilizzato. a tale scopo vi chiedo:
1)è mia intenzione richiedere la revoca d'ufficio da parte dell'autority secondo la norma che prevede tale procedura in caso di "non visibilità o raggiungibilità" degli oggetti appartenenti al nome a dominio assegnato per più di tre mesi con verifica a cura dell'autority stessa: è sufficiente una richiesta tramite raccomandata?
2)è prevista la procedura d'ufficio su richiesta di un avente diritto qualora se ne verificassero le condizioni o bisogna comunque procedere per arbitrato?
3)Secondo le norme la verifica della non visibilità spetta all'autority,dovrei però informare il cliente se  tale verifica comporta qualche aggravio economico e se si di che entità.
premesso che non è intenzione del cliente procedere ad alcuna forma di  arbitrato.
Grazie



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe