Risposta: Re: Revoca d'ufficio di un dominio.

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mer 25 Lug 2001 22:18:24 CEST


Solo una breve annotazione

La "legge" inglese sulle offerte pubbliche di acquisto è famosa per vari
motivi, uno dei quali è che le regole sono accompagnate da note esplicative
che spiegano le norme non di immediata comprensione e riportano gli
orientamenti dell'organo preposto alla loro applicazione.

Si potrebbe pensare a qualcosa del genere anche nel nostro caso ?

Riccardo



----- Original Message -----
From: "Alessandro Del Ninno" <ADelninno a tonucci.it>
To: <fog a fog.it>
Cc: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Wednesday, July 25, 2001 6:43 PM
Subject: Risposta: Re: Revoca d'ufficio di un dominio.


Al di là della pubblicità occulta (ma nemmeno poi tanto!) di pubblicazioni
editoriali sulle Regole di Naming (Enzo è una battuta ironica ovviamente!),
devo dire che sono d'accordo solo in parte con la tua posizione.

Sicuramente escluderei notarelle esplicative ( e difatti nel mio primo
messaggio mi riferivo ad una modifica migliorativa tout court dell'art.
11.2).

Tuttavia devo notare che è proprio a garanzia dell'utente "ignorante" che si
avvicina ad Internet il compito del Legislatore (anche di quello tecnico) di
approntare norme (generali ed astratte) di immediata comprensione.

E' ovvio che a te Enzo la norma (come pure a me e agli altri amici della
Lista) appare chiara. Ma se stiamo verificando con grande frequenza l'errore
interpretativo degli utenti che scambiano "gli oggetti del dominio" con i
siti web, il problema si pone. E si pone proprio perché queste regole di
Naming sono state scritte non per una ristretta setta di tecnici, ma per
tutta l'utenza Internet (ignorante e non).

Mi viene a tal proposito in mente la sentenza della Corte Costituzionale n.
364/1988 in cui - affrontando il principio cd dell'"Ignorantia legis non
excusat" (sulla cui specifica portata non vi tedio) - La Corte affermò che
tale principio non può valere nel caso di formulazioni di norme che
risultino oscure nel loro significato o suscettibili di diverse e plausibili
interpretazioni.

Se poi deve essere specificato per l'utente ignorante (non si offenda
l'utente: uso la dizione nel suo significato letterale!) che le Regole di
Naming sono regole tecniche, chiamiamole allora "Regole Tecniche di
Assegnazione dei domini .it" ((un pò come accada per le "Procedure Tecniche
di Registrazione", inoltre il tutto sarebbe anche meno esterofilo!), così
l'utente saprà prima ancora di iniziare a leggerle che è richiesta una certa
preparazione o conoscenza della materia.

Un caro saluto a tutti.



Avv. Alessandro del Ninno
Studio Legale Tonucci
Via Principessa Clotilde n. 7
00196 ROMA
Tel +39 06 3622708
Fax +39 06 3622750
e-mail adelninno a tonucci.it
http://www.tonucci.it

Studio Legale Tonucci
Rome - Milan - Prato - Padua - Paris
New York - Tirana - Bucharest
http://www.tonucci.it

>>> Enzo Fogliani <fog a fog.it> 25/07/01 18.21.15 >>>
Matteo Maccagnan ha scritto:
>
> In base alla mia esperienza diretta, ritengo che l'articolo 11.2 terzo
comma
> delle Regole di Naming è costantemente frainteso dagli utenti finali, ma
> anche da molti consulenti legali, probabilmente tratti in inganno anche
> dalla invalidità dei marchi registrati per non uso.
>
> Ritengo che sarebbe il caso di inserire una nota di spiegazione
> dell'articolo in modo da aiutare la comprensione dell'articolo stesso.

La norma (che e' tecnica ed e' scritta in quel modo dalla notte dei
tempi) e' corretta. D'altra parte, l'ente tecnico normatore non puo'
certo farsi carico della ignoranza o leggerezza di quegli utenti che
affrontano internet senza le necessarie cognizioni tecniche.

Cosi' come il codice civile non ha notarelle esplicative, cosi' non
possono averlo le regole di naming; e cosi' come chi vuole approfondire
la conoscenza del codice civile si compra un manuale di diritto privato
o un codice commentato, cosi' l'utente che non abbia le necessarie
cognizioni basta si compri uno dei tanti libri che spiegano gli aspetti
tecnici delle regole di naming (per esempio, quello di Alessia
Ambrosini).

Cordiali saluti,

    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe