modifica art. 16.6 reg. naming

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Sab 16 Giu 2001 01:09:58 CEST


> > Si dovrebbe però forse riconsiderare radicalmente la necessità della
> > malafede sia all'inizio che nel prosieguo, prevista dalla lettera c):
> > perché, infatti, per ottenere la riassegnazione , non dovrebbe essere
> > sufficiente provare la malafede avversaria al momento della
> > registrazione (del resto è ipotesi solo teorica che la m.f. diventi
> > buona fede in corso di attività)?
> > che ne dite?
> Che le procedure di riassegnazione non sono state pensate per questo
> tipo di problematica.
>         Loris

Esatto. Le procedure di riassegnazione sono amministrative e concepite
SOLTANTO per i casi di malafede e quindi manifesto accaparramento indebito.

Non e' il caso descritto e quindi NON si applicano a quel caso.

Inoltre vi e' l'obbligo a "dichiarare" le variazioni, compreso il diritto
o meno al nome. Non farlo e' ua violazione delle norme in ogni caso.

Tutto qui.
Claudio Allocchio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe