CYBERSQUATTING - SU SEGNALAZIONE MATTU

=?us-ascii?Q?=22Lucio_Virz=EC=22?= luviz a TIN.IT
Mar 19 Giu 2001 12:38:36 CEST


Incappi nell'errore che ho fatto io quando mi sono affacciato in questa lista la prima volta.
La liberalizzazione della registrazione dei domini .it avvenuta nel dicembre 1999 e' stata prontamente recepita da alcuni imprenditori.. soprattutto uno... che hanno sfruttato le carenze legislative e regolamentari per poter avviare quella che, da una azione di protesta e' divenuta una operazione commerciale.

La Naming Authority, per poter controbattere il fenomeno, ha introdotto la MAP, ossia la procedura di riassegnazione del nome a dominio a seguito di contestazione; tale procedura, alla portata di tutti (forse non proprio di tutti per quanto riguarda il costo) e' l'unico strumento utile per poter ripristinare la situazione di legalita' ove vi sia certezza di illegalita', ossia di malafede nell'uso del nome a dominio registrato, ivi compresa la pratica della compravendita che, di contro, non e' dichiaratamente proibita dalle attuali e dalle passate regole di naming, anche se deprecata da tutti gli appartenenti alla lista.

Ciao.

Lucio Virzi'

*********** REPLY SEPARATOR  ***********

On 6/19/01 at 12:08 PM simone.grisenti a inwind.it wrote:

>Mi pareva che il cybersquatting fosse proibito. Nel sito  possibile
>scegliere fra alcune migliaia di cognomi registrati come dominio.
>Resto in attesa di un commento.
>Ciao a tutti.
>
>Simone Grisenti



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe