enti conduttori

Ettore Panella box a STARNET.IT
Gio 21 Giu 2001 21:55:21 CEST


>
>Mi sembra che queste analisi non sia molto oggettiva, o comunque non
>tenga presente quella che e' la situazione odierna.

le regole non dovrebbero valere per pochi mesi o per oggi ma per qualche
anno almeno
quindi un serio discorso di principio potrebbe avere un suo valore specie
in questo caso.


>Per quel che riguarda CRDD, sono in lista 22 saggi cui sono state
>assegnate sino ad oggi 34 MAP.
>http://www.crdd.it/map/saggi.htm
>http://www.crdd.it/map/decisioni-crdd.htm
>
>Nessuno di questi saggi ha avuto ha avuto meno di 1 MAP o piu' di 2 MAP
>(salvo il prof. Franceschelli, titolare della cattedra di diritto
>privato all'universita' di Milano, iscritto la scorsa settimana, cui
>ancora nulla  stato assegnato).
>http://www.crdd.it/map/decisioni-saggi.htm
>
>Per quanto attiene al loro compenso, non penso francamente che un
>professore universitario titolare di cattedra (5 nella lista CRDD) o un
>avvocato (13 nella lista CRDD) facciano molto conto sui compensi

Come tutte le attivita' imprenditoriali inizialmente si guadagna poco e poi
i guadagni crescono. Per quanto riguarda i professori universitari (sono
laureato quindi ho avuto modo di conoscerli) ce ne sono di tutti i tipi, ne
conosco uno della facolta' di informatica che sta in mezzo a tutto cio'
dove si guadagna qualcosa ed e' arrivato a progettare persino una porcilaia
per un progetto europeo (nella facolta' ai miei tempi ora non so si doveva
chiamare a chi lo ha visto per avere sue notizie ed e' stato capace di
arrivare ad un esame con 36 ore di ritardo). Chi di voi ha frequentato le
universita'  sa  che esistono professori seri ed altri con cui non e' bene
neanche prendere un caffe'. Io ho fatto degli esami con dei miei colleghi
appena laureati (che sostituivano gratis il loro professore) e perche'
qualcuno lavora pesantemente gratis? Sostituendo un professore che per suo
dovere doveva effettuare l'esame? C'e' un compenso? E qual'e'? Non sono
cosi' ingenuo so che nessuno lavora gratis, evidentemente la merce di
scambio non e' palese.   Il mondo universitario e' pieno di tante cose e
non tutte positive.



>provenienti dalle MAP. Due MAP (per i fortunati che ne hanno fatto due)

Oggi la cosa e' cosi' ma tutti si aspettano che le MAP prendano piede seno'
nessuno e' cosi' pazzo (come affermato tempo fa in lista ) da spendere 100
o piu' milioni per mettere su un ente conduttore. E' evidente che sia gli
enti conduttori che evidentemente i saggi abbiano riposto molte speranze
sul numero di contestazioni possibili.  Ed il fatto che ora esse siano
molto inferiori alle attese non pregiudica i guadagni futuri .



>in 6 mesi fanno infatti poco piu' di due milioni e mezzo lordi. E stiamo
>parlando dell'ente conduttore che fin'ora ha avuto piu' procedimenti.
>
> > Visto in prospettiva futura di concorrenza tra enti conduttori per
> > accaparrarsi le fette di mercato migliore la domanda sorge spontanea :-)
> >
> > su cosa si basera' la concorrenza tra gli enti?
> > sull'abilita' a compilare e passare le carte al saggio?
> > sulle qualita' del saggio?
> > sulla rispondenza del saggio alle esigenze del cliente (ovvero il
> ricorrente)?
>
>Infine, per quanto riguarda le insinuazioni circa la loro presunta
>imparzialita', che ricorrentemente circolano in lista, basti osservare
>che su 34 ricorsi:
>- 20 sono stati accolti;
>- 8 sono stati respinti;
>- 6 procedimenti sono stati dichiarati estinti per transazione o
>rinuncia del resistente al nome a dominio contestato.

Il 76% di chi ha versato l'obolo ha speso bene i suoi soldi.



>Non mi sembra quindi possa sostenersi che la concorrenza si basa sul
>fatto che gli enti conduttori diano sempre ragione al ricorrente.

solo il 24%  delle volte hanno investito male i loro soldi. Ovviamente
bisogna valutare bene le cose e in questi termini il discorso non significa
nulla, pero' se mi si chiede di valutare le cifre io le valuto



>In ogni caso, le parti hanno tutte le possibilita' di tutelarsi contro
>presunte imparzialita' dei saggi ricorrendo all'autorita' giudiziaria
>prima, durante e dopo il procedimento, bloccandone l'efficacia.

Quindi le MAP sono inutili? Se le Map vengono richieste e' perche' danno un
vantaggio.
Voglio fare una proposta a favore degli enti conduttori.
Il resistente puo' fare una contro MAP versando 2 milioni ad un ente
conduttore di sua fiducia per la scelta del saggio (quindi togliendo questo
privilegio al ricorrente). In questo caso gli enti coinvolti saranno 2 al
posto di uno.



>Cordiali saluti e buon lavoro a tutti.


Altrettanto
Ettore Panella



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe